Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

FUORI DAL VASO

Le opere di Gianfranco Morini, detto il Moro, in mostra alla Bottega Bertaccini

16 giugno - 23 settembre

Faenza_news/img_01/morini.jpgGianfranco Morini detto il Moro, scultore e ceramista, provocatorio e paradossale, esagerato e contraddittorio, geniale e volgare anche, si cimenta questa volta con una delle figure classiche dell'arte ceramica: il vaso. Anche un artista ribelle e iconoclasta come lui sente il bisogno di confrontarsi con la classicità e lo fa a suo modo con una collezione di vasi che sono una esplosione di forme e colori.

Oggetti che possono essere gustati con gli occhi ma a guardarli viene una gran voglia di toccarli, di accarezzarli, perché è solo col tatto che ne scopri la vera natura. Le mani sono quelle che vedono per prime, prima dell’occhio, e ti danno gioia e allegria.

Alcuni anni fa Giancarlo Bojani (D’A, luglio-settembre 2007) si chiedeva: da dove viene l'arte di Gianfranco Morini? “Viene da Angelo Biancini, da Augusto Betti, da Alfonso Leoni. Da ognuno di essi ha attinto qualcosa di essenziale: da Biancini il senso dell’arte al di là della stravaganza; da Betti il rigore della ricerca sui materiali; da Leoni la gioia, la libertà della sperimentazione, lo spirito critico”.

Morini, i suoi maestri, li ha studiati, li ha vissuti, di più: li ha fagocitati e ha intrapreso la sua strada, inventando il suo stile (è sempre Bojani a suggerircelo) che è fatto di bizzarrie, di ironia, di paradossi, di provocazioni. O anche solo di semplicità.

 

Bottega Bertaccini - Libri e Arte
corso Garibaldi 4 - Faenza
Orari: 9.30-12.30 e 15.30-19.30 (chiuso domenica e lunedì mattina)