Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

NUOVO CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PER LA FONDAZIONE MIC

Gianfranco Brunelli, Dario Cimorelli, Massimo Ferruzzi, Elisa Guidi i nuovi quattro consiglieri; personalità culturali e del mondo economico di primissimo livello

NUOVO CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PER LA FONDAZIONE MIC
Mercoledì 15 giugno 2016

E’ stato rinnovato completamente il consiglio di amministrazione della Fondazione MIC Museo Internazionale della Ceramica in Faenza.

Ieri, martedì 14 giugno, l’assemblea di soci si è riunita per eleggere il nuovo consiglio che per i prossimi quattro anni amministrerà il museo.

 

Quattro personalità importanti che appartengono da anni al settore dello studio, dell’’organizzazione e promozione culturale nel campo delle mostre, dell’artigianato artistico, dell’editoria e del turismo. Si tratta di Gianfranco Brunelli, giornalista e politologo che dal 2015 è editorialista del Sole 24 ore e che dal 2005 ad oggi è stato coordinatore generale per la Fondazione Cassa di Risparmi di Forlì delle grandi esposizioni d'arte tenute presso il Museo S. Domenico di Forlì; Dario Cimorelli, Consigliere Delegato di Silvana Editoriale Spa la principale Casa Editrice di arte antica, moderna, contemporanea, legata al sistema museali italiani; Massimo Ferruzzi, dal febbraio 2006 Amministratore Unico di JFC, leader nazionale di consulenza turistica e marketing territoriale; Elisa Guidi, architetto, dal 1995 lavora ad Artex - Centro per l'Artigianato Artistico e Tradizionale della Toscana: inizialmente responsabile dei progetti relativi al collegamento tra artigianato artistico e patrimonio culturale.

 

“Grande soddisfazione per essere riusciti a costruire un consiglio di amministrazione che unisce competenza, passione e voglia di costruire un nuovo progetto per il futuro del MIC e della Fondazione che lo gestisce. – spiega l’Assessore alla Cultura del Comune di Faenza Massimo Isola - Dopo la nomina dell'ing. Eugenio Emiliani e la firma della nuova convenzione tra il Comune e la Fondazione, con l'affidamento di Argillà e la decisione di allargare le funzioni di questa istituzione in materia di valorizzazione promozione culturale e ceramica, la costruzione del nuovo CDA conclude una fase di trasformazione. I membri del consiglio sono ben conosciuti alla città poiché da anni si occupano di ceramica, musei e arte a tempo pieno. Tre su cinque sono romagnoli, ognuno di essi ha curriculum e competenze diverse, tutti amano il MIC e conoscono il sistema museale e ceramico nazionale e internazionale”.

 

Sono convinto  - aggiunge Eugenio Emiliani, Presidente della Fondazione MIC – che questi nuovi consiglieri, personalità culturali e del mondo economico di primissimo livello, potranno darci un grosso aiuto per aumentare la capacità di attrarre pubblico, idee e partner e rafforzare la dimensione  internazionale del museo e per raggiungere obiettivi sempre più alti. Il sistema museale italiano, cosi come quello ceramico, sta vivendo continui mutamenti. Stare fermi significa perdere la bussola. Noi vogliamo intercettare queste trasformazioni, e le competenze che ora ci affiancano ci aiuteranno ad aggiornare il nostro progetto".

 

Gianfranco Brunelli, Forlì. Nato nel 1958 a Dovadola. Giornalista professionista, politologo ed esperto di temi religiosi. Dal 2005 ad oggi è stato coordinatore generale per la Fondazione Cassa di Risparmi di Forlì delle grandi esposizioni d'arte tenute presso il Museo S. Domenico di Forlì. Dal 2009 è membro del Consiglio Generale della Fondazione "Giorgio Cini" di Venezia. Dal 2010 coordina il Comitato Scientifico del progetto cultura di Intesa San Paolo sulle città di Torino, Milano, Vicenza, Firenze e Napoli. In particolare ha realizzato le Gallerie d'Italia a Piazza Scala Milano. Dal 2011 è Direttore della rivista d'informazione culturale e religiosa "Il Regno". Brunelli inoltre ha scritto per diversi quotidiani tra i quali il Corriere della Sera e  La Stampa. Dall'ottobre 2015 è editorialista de Il Sole 24 ore. Sui temi civili e religiosi è stato collaboratore dei Cardinali Carlo Maria Martini e Achille Silvestrini nonchè di Romano Prodi sia alla Presidenza del Consiglio sia alla Presidenza della Commissione Europea.

 

Dario Cimorelli, Monza. Nato nel 1964 a Roma. E' Consigliere Delegato di Silvana Editoriale Spa la principale Casa Editrice di arte antica, moderna, contemporanea, legata al sistema museali italiani. Della Casa Editrice è stato Ditettore Generale dal 1994 al 2014. Sempre dal 2014 è Consigliere di Amministrazione della Fondazione Centro Italiano della fotografia di Torino e della Fondazione Sant'Amborgio per la cultura cristiana che gestisce il Museo Diocesano di Milano. Dal 2004 al 2012 è stato consigliere di Amministrazione di Civita, associazione di imprese per attività nel settore dei beni culturali. Negli anni ha anche curato numerosi volumi legati alla storia, all'arte alla società e alla fotografia.

 

Massimo Ferruzzi, Faenza. Nato nel 1965 a Faenza. Dal febbraio 2006 è Amministratore Unico di JFC, società di consulenza turistica e marketing territoriale. La società leader nazionale nel suo settore si occupa di politiche di sviluppo di territori turistici, affiancamento commerciale, ricerca, analisi sui mercati turistici internazionali. Dal 2000 ad oggi è general consulting dell'Unione di Prodotto della Costa Adriatica dell'Emilia-Romagna in qualità di affiancamento gestionale al Presidente, al coordinatore al comitato direttivo. Dal 2008 è il responssabile della Consulenza strategica alla attività di marketing di APT servizi Emilia-Romagna. Dal 2010 ad oggi ha una consulenza con l'Assessorato al Turismo della Regione Emilia-romagna e con numerose città, territori e organizzazioni italiane ed europee che si occupano di turismo.

 

Elisa Guidi è un architetto, con laurea in Tutela e Recupero del Patrimonio Storico-Architettonico, tesi dal titolo "Il Restauro dei monumenti storici in Francia". Dal 1995 lavora ad Artex - Centro per l'Artigianato Artistico e Tradizionale della Toscana: inizialmente responsabile dei progetti relativi al collegamento tra artigianato artistico e patrimonio culturale e dei progetti relativi al settore del restauro. Nel 1999 è divenuta responsabile del Settore Ricerca e Sviluppo di Artex, occupandosi della realizzazione di progetti relativi all'innovazione nell'artigianato artistico: innovazione formale; nuove tendenze e nuovi comportamenti del consumatore. Dal 2004 è Coordinatore Generale dei progetti di Artex. Da ottobre è membro del Board del World Crafts Council Europe.