Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Attività per scolaresche proposte da Laboratorio Giocare con l'Arte

Attività proposte per le scuole:

SORPRESE DI TERRA - laboratorio con le argille
Descrizione sintetica dell'attività
Dopo una breve introduzione sulla "ceramica" si fa una serie di giochi concatenati: si parte da esperienze di pura manipolazione delle tre argille disponibili nel laboratorio (creta, pirofila e terraglia), attraversando le tecniche ceramiche di base e utilizzando le modalità operative/concettuali ispirate da Bruno Munari. Il gioco si sviluppa secondo linee non tradizionali, inattese, con trasformazioni e deformazioni, che partono da riflessioni sulle forme/superfici per approdare verso forme/volume a sorpresa.

clicca qui per tutte le informazioni

CONOSCI IL MUSEO – visita guidata alle collezioni
Descrizione sintetica dell'attività
E' una "passeggiata" al Museo, accompagnati dagli operatori del laboratorio che ci aiutano a scoprire cosa sia un museo e cosa sia la ceramica, attraverso la storia del MIC, dello sviluppo della ceramologia e dei criteri espositivi. Visita ad alcune sezioni permanenti: la maiolica attraverso Faenza e il Rinascimento italiano; le ceramiche moderne e contemporanee italiane, Picasso e la ceramica europea; la ceramica popolare italiana; le targhe devozionali e il Presepe Zucchini; le culture precolombiane; le ceramiche classiche; l'Islam. È possibile concordare in anticipo percorsi particolari o a mostre temporanee.

clicca qui per tutte le informazioni

CERAMICA PROPEDEUTICA – 5 incontri di laboratorio
Descrizione sintetica dell'attività (il percorso è strutturato in cinque incontri):
1°) Introdotta da una semplice presentazione teorico-pratica sui prodotti ceramici e il loro uso nel tempo, l’attività si basa su giochi di manipolazione guidata: riconoscimento delle proprietà fisiche e lavorabilità di tre diverse argille (creta, pirofila, terraglia) secondo un percorso che stimola la fantasia e fa riflettere su cose che già si conoscono.
2°) Si basa sui concetti di "impronta e traccia" e di "texture": realizzazione di mattonelle entro stampi-telaio in legno; esecuzione di giochi di texture sulle mattonelle.
3°) Si basa sul "calco in gesso": preparazione di una mattonella texturizzata e realizzazione dello stampo in scagliola; manipolazione di un materiale come il gesso, alla scoperta e verifica dei passaggi dello stato fisico (polvere, poltiglia liquida, denso e cremoso, indurito e solidificato) attraverso il gioco e un modo operativo non proprio ortodosso.
4°) Si basa sul lucignolo (o colombino) e le palline: concetti dimensionali e spazio compositivo; realizzazione di scale di grandezze; elaborazione di composizioni su mattonelle appositamente preparate.
5°) Si basa sulla "sfoglia": giochi d'interpretazione dei formati casuali e inconsueti a partire da lastre d'argilla fatte col matterello; analisi e superamento degli stereotipi formali; contrasti cromatici con "intarsio" di argille diverse.

clicca qui per tutte le informazioni

servizi-museo/giocare-con-arte.jpg