Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

IL GIAPPONE RENDE OMAGGIO ALL'ARTISTA CERAMISTA GUERRINO TRAMONTI
IL GIAPPONE RENDE OMAGGIO ALL'ARTISTA CERAMISTA GUERRINO TRAMONTIIL GIAPPONE RENDE OMAGGIO ALL'ARTISTA CERAMISTA GUERRINO TRAMONTI

Il 9 settembre sarà inaugurata presso il Museo Nazionale d’Arte Moderna di Tokyo una retrospettiva dedicata al maestro faentino Guerrino Tramonti, ceramista, scultore e pittore (1915-1992) fra i più affermati in Italia nel XX secolo.



Con quattro mostre il Museo Nazionale d'Arte Moderna di Tokyo, in collaborazione con la Fondazione Guerrino Tramonti e il Comune di Faenza, intende rendere omaggio a Guerrino Tramonti: uno dei protagonisti del panorama ceramico internazionale del XX secolo. La prima: “Guerrino Tramonti, the Magician of Color Raised in Faenza, Italy: A Retrospective” inaugura  presso la Crafts Gallery del Museo Nazionale d'Arte Moderna di Tokyo alla presenza dell'ambasciatore d'Italia in Giappone Vincenzo Petrone. Un lungo percorso antologico che terminerà il 29 luglio del 2012 e toccherà altri 3 musei giapponesi: l'Hagi Uragami Museum di Hagi (10 dicembre-12 febbraio), l'Otani Memorial Art Museum di Nishinomiya (7 aprile-27 maggio) e del Seto City Art Museum di Seto (9 giugno-29 luglio).

La retrospettiva di Guerrino Tramonti presenta, per la prima volta in Giappone, l'intera opera del ceramista e pittore originario di Faenza. Una sensibilità artistica che comunque il Giappone ha già avuto modo di apprezzare nelle collettive del 1964 e del 1970, presso i musei nazionali di Tokyo, Kyoto, Kurume e Nagoya. In mostra 150 lavori rappresentativi della sua poetica, tra sculture, dipinti e ceramiche che esprimono, nel modo migliore, il talento e la visione del mondo di questo artista: un'immensa varietà di forme, di colori e un sublime mondo espressivo creato da un’originale sensibilità cromatica applicata anche nei dipinti ad olio su tavola. Nel suo stile eclettico e nell'ispirazione profonda che anima ogni sua opera, afferma Josune Ruiz de Infante, nel testo critico del catalogo della mostra, non è difficile afferrare qualche affinità con lo spirito giapponese: “l'apprezzamento della materia e la sua espressione nell'arte trova riscontro nell'universo di forme espressive che ne esaltano le qualità; fondamentali sono pure la ritualizzazione dei gesti quotidiani, l'interesse per la grafica e per il gesto calligrafico. Come nell'arte nipponica, per lui è essenziale la ricerca dei materiali, della materialità degli oggetti, e delle forme del design. D'altra parte, la smisurata passione per il decorativismo dell'oggetto, sconfinante nell'ambiente architettonico, oltre alla predilezione di tinte piatte e squillanti che definiscono il disegno sintetico della sua pittura, potrebbero avvicinare le immagini più tipiche del ceramista all'estetica Superflat.”

L’evento, presentato al MAE, si inserisce nell’ambito della rassegna “Italia in Giappone 2011”: un progetto che intende far conosce ai giapponesi l’eccellenza italiana ma anche, come ha sottolineato il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, “un’ulteriore occasione accompagnare la piena rinascita del Giappone e il pronto superamento delle conseguenze materiali della terribile vicenda che ha colpito il paese nel marzo 2011”.

Sede: Museo Nazionale di Arte Moderna di Tokyo
Periodo: 10 settembre - 13 novembre 2011

Sede: Hagi Uragami Museum di Hagi
Periodo: 10 dicembre 2011-12 febbraio 2012

Sede: Otani Memorial Art Museum di Nishinomiya
Periodo: 7 aprile-27 maggio 2012

Sede: Seto City Art Museum di Seto
Periodo: 9 giugno-29 luglio 2012

Info: Fondazione Guerrino Tramonti  - Via F.lli Rosselli n. 8, Faenza - Tel +39 392.3011196 – Fax +39 0546.635021