Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

PAROLE A TEATRO
“Parole a teatro” di Fabrizio Dusi

In occasione dell'apertura della stagione di prosa, al nuovo teatro Mecenate di Arezzo, è stata presentata l'installazione artistica permanente “Parole a teatro” di Fabrizio Dusi.



Racconta Fabrizio Dusi: "Ho accettato volentieri l’invito di Fabio Migliorati che, per conto dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Arezzo, mi ha dato l’opportunità di creare un'opera per il nuovo teatro della città. La comunicazione e le parole sono la base del mio lavoro, e, così, quando mi ha proposto di utilizzare la frase di Cicerone tratta dalle “Episolae ad Atticum” - populi sensus maxime theatro et spectaculis perspectus est - non è stato difficile immaginarla in questi parametri. Ho allora portato il concetto di Ars oratoria di Cicerone ai nostri tempi, utilizzando i personaggi a me cari che si confrontano sulla dimensione del teatro: i reali sentimenti del popolo sono venuti alla luce specialmente a teatro e durante gli spettacoli - è il messaggio tradotto. Per nulla anacronistico, il lavoro è stato realizzato completamente in ceramica, sfruttando l’idea del neon imitato sia per le parole, sia per i due personaggi. Non ho voluto rispettare la frase nella sua interezza, perché desideravo che le parole uscissero dalle bocche dei personaggi poste schiena contro schiena regolate da una specie di ordine geometrico quasi per una volontà non dichiarata di sovrapposizione, in un gioco speculare e simmetrico dove la parola “Theatro” prevalesse su tutto il resto.

 

Sede: Teatro Mecenate di Arezzo
​Presentazione
: 8 novembre 2012