Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

PANDORA - DIREZIONE SUD
PANDORA - DIREZIONE SUD

Villa Ruffo (Ravello - SA): Fondazione Ravello fino al 31 ottobre 2014, nell'ambito del Festival di Ravello, ospiterà una mostra dell’Associazione Pandora Artiste – Ceramiste.



La Mostra: “Pandora Direzione Sud” di ceramica al femminile è promossa dall’Associazione Pandora Artiste – Ceramiste per lanciare il “Progetto Ceramica Donna”, che vuole consolidare e sostenere l’universo femminile attraverso le creazioni di artiste, che si sono cimentate con le loro opere con il tema del Sud.

L’esposizione metterà in evidenza le eccellenze del territorio salernitano e del Meridione con l’obiettivo di promuovere e valorizzare le bellezze del Sud, un connubio di natura, paesaggio, storia, arte, cultura, tradizioni, suoni e sapori, che si fondono insieme e che la ceramica d’arte ha lo scopo di mettere in evidenza; essa attraverso la presentazione di circa quaranta opere tra ceramiche e installazioni, presenta l’attività delle artiste – ceramiste che  rivelano il continuo oscillare tra la prevaricazione, l’emancipazione e tradizione, che caratterizza ieri come oggi, la storia delle donne del Sud. Le opere con il tema delle donne e il loro rapporto con la propria terra, dalle origini alla tutela della stessa e ai  progetti futuri.

Essa si articola in una esposizione di  artiste campane e dei centri ceramici del Sud Italia (Puglia, Sicilia, Calabria, Sardegna) e anche due artiste svedesi, Elisabeth Olszewska e  Maria Cotellessa di origini abruzzesi, entrate da qualche mese nell’ Associazione; le artiste proveranno a raccontare con le loro opere, le loro radici fino  alla loro contemporaneità.

Il “Progetto Ceramica Donna” di cui l’Associazione Pandora è l’ideatrice, non intende contrapporre uomini e donne, ma piuttosto ridisegnare l’immaginario collettivo legato alle donne del Sud d’Italia, al ruolo sociale,  di valorizzare nell’ immaginario collettivo, il ruolo delle donne e del femminile nel sud d’Italia, l'aspetto femminile di conservazione e mantenimento della vita.

Una raccolta di storie dove a ciascuna donna saranno associati itinerari e spunti di visita ai luoghi dove è vissuta e dove opera, al fine di far scoprire e divulgare la tradizione legata ad arte, cultura, tradizione del proprio territorio che rendono il nostro Sud, la nostra terra, un riferimento e meta turistica d'eccellenza, nel resto del mondo. All’interno della mostra sarà in esposizione anche l’opera collaborativa di arte relazionale, creata per l’occasione dal gruppo di artiste – ceramiste che esporranno; l’opera  consiste in un grande albero della vita, simbolo di luce, della forza e della conoscenza, simbolo di abbondanza e immortalità.

 

Espongono: Adriana Sgobba, Agnese Contaldo, Anna Galderisi, Annalisa Cucciniello, Antonella Rispoli, Antonella Mercedes Leone, Antonietta Acciani, Carmen Fasano, Cinzia Gaudiano, Claudia Simonis , Deborah Napolitano,  Elia Tamigi, , Elisabeth Olszewska, Elisabetta Surico, Francesca Irpino, Francesca Vestita, Gabriella Lamberti, Lauretta Laureti, Lidia Martone, Loredana Avagliano, Lucia Bisotti , Margherita D’Amato, Maria Cotellessa, Maria Milito, Maria La Mura, Maria Sabetti, Maria Scotti, Maria Concetta D’Anna, Maria Rachele Branca, Miriam Gipponi, Roberta D’Aquino, Rosa Tipaldi , Rita Cafaro, Rosaura Sanna, Susanna De Simone, Stefania Saturnino, Teresa Salsano, Tiziana Torelli.

 

Sede: Villa Ruffo, piazza Duomo, Ravello (SA)
Periodo: 12 luglio - 31 ottobre 2014