Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

POTTERY FRAGMENTS AND REMINISCENCES
POTTERY FRAGMENTS AND REMINISCENCES

TOKYO. Alla LIXIL Gallery la personale di Tomo Hirai, a cura di  Mori Koichi, critico d'arte e direttore esecutivo della Japan Ceramic Society.



Hirai presenta in questa mostra a Tokyo la sua prima installazione: Dialoghi.
Questa particolare installazione combina vasi rivestiti all'interno da smalto bianco e con frammenti di ceramica dipinti con pigmenti vivaci su rivestimento bianco. Gli oggetti sono impreziositi da tocchi in oro applicati qua e là.

In esposizione anche lavori che riguardano grandi lastre di terracotta rimontate dopo essere state spezzate in frammenti e frammenti di oggetti in ceramica che sperimentano le decorazioni dipinte negli smalti giapponesi.

 

Nato ad Amagasaki nel 1947, Tomokazu Hirai ha studiato all’Università Kyoiku di Osaka e all’Istituto di ricerca ceramica di Kyoto, prima di venire in Italia, a Roma, per lavorare con il grande scultore romano Nino Caruso (con cui ha realizzato un’importante mostra nel 1999 all’Istituto di Cultura Giapponese). Ha frequentato corsi all’Istituto d’arte per la ceramica “Ballardini” di Faenza e parallelamente iniziato la sua attività, partecipando per la prima volta al Concorso Internazionale per la Ceramica d’arte contemporanea dove ha poi ottenuto due riconoscimenti: la medaglia d’oro nel 1979 e quella d’argento nel 1982, due tra i numerosi premi ottenuti nella sua carriera di artista.

Tomo Hirai è però anche un creatore e coordinatore di arredi urbani, ed in questa veste si è affermato in patria, in Giappone, dove ha ottenuto risultati brillanti.

 

Sede: LIXIL Gallery | Tokyo Tatemono Kyobashi Bldg. LIXIL: Ginza 2F, 3-6-18 Kyobashi Chuo-ku, Tokyo, Japan - t. 03 5250 6530
Periodo: 6 gennaio - 20 febbraio 2018