Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

MAGDALENE ODUNDO: THE JOURNEY OF THINGS
MAGDALENE ODUNDO: THE JOURNEY OF THINGS

REGNO UNITO. Fino al 2 giugno 2019 The Hepworth Wakerfield ospita la mostra della grande artista africana Magdalene Odundo.



Magdalene Odundo OBE è una delle artiste africane più stimate del mondo, che impiegano la ceramica come mezzo di espressione.

La mostra in corso nel West Yorkshire, riunisce più di 50 opere di Odundo; tra queste una nave realizzata nel 1978 di proprietà della collezione d'arte di Wakefield, che è stata la prima delle sue opere ad essere acquistata da un'istituzione pubblica. In esposizione saranno presenti accanto alle sue opere anche una vasta selezione di oggetti, che coprono quasi 3.000 anni di storia da tutto il mondo, scelti da Odundo per far comprendere la gamma ricca e diversificata di tradizioni che hanno formato lo sviluppo artistico del proprio lavoro.

 

Nata in Kenya nel 1950, Odundo si è trasferita nel Regno Unito nel 1971 per frequentare la scuola d'arte. Dopo aver scelto la ceramica come mezzo preferito, Odundo viaggiò in Kenya, Uganda e Nigeria per studiare le loro tradizioni ceramiche. Il desiderio di Odundo di conoscere l'artigianato vernacolare l'ha portata in tutto il mondo in Europa, Africa, Asia e America Centrale. Questi viaggi hanno ispirato il linguaggio visivo unico di Odundo: le sue forme costruite a mano sono spesso asimmetriche, di grandi dimensioni e con sagome dinamiche che spesso evocano il corpo umano. Le navi sono brunite anziché smaltate e sparate in modi che creano le sue superfici distintive di arancio vibrante, nero vellutato o una drammatica interazione tra i due.

 

La mostra intende esplorare l'interesse di Odundo per la propria identità diasporica e il ruolo carico che gli oggetti hanno giocato e continuano a giocare nelle relazioni interculturali di oggi.
Le opere di Odundo sono messe in dialogo anche con sculture di artisti del XX secolo tra cui Edgar Degas, Barbara Hepworth, Henry Moore e Auguste Rodin, i cui approcci alla rappresentazione delle forme sono stati a lungo fonte di ispirazione per Odundo e mettono in risalto l'importanza primaria del corpo umano come riferimento all'interno del suo lavoro.

 

Sede: The Hepworth Wakerfield, Gallery Walk, Wakefield, West Yorkshire, WF1 5AW | t. +44 0 1924 247 360
Periodo: fino al 2 giugno 2019