Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

UTSUROI
UTSUROI

MILANO. La Galleria Nobili presenta UTSUROI, un continuo cambiamento, un progetto espositivo a cura di Matteo Galbiati con opere di Mitsukuni Takimoto e Simone Negri.



La mostra propone un colloquio fra il ceramista italiano e lo scultore giapponese sulla percezione del tempo, in specifico sul cambiamento perpetuo, in giapponese 移ろい utsuroi; in ultima analisi si sviluppa sul confronto serrato tra l’intrinseca aspirazione dell’artista all’eterno e il manufatto stesso, sua emanazione, percepito come elemento di resistenza al mutare incessante della realtà.

Simone NegriNella produzione ceramica di Negri, tempo e vuoto collaborano ad evocare un’atmosfera di sospensione ieratica, in cui il processo di semplificazione elimina la narrazione retorica, riducendo le forme all’essenziale nel tentativo di superare la dimensione immanente.

 

Nei lavori di Takimoto emerge la dimensione del transitorio, effimero e contingente, in cui la mano umana vuole lasciare tracce di se sui materiali, nel vacuo tentativo di bloccare il momento. I soggetti diventano così cascate, nuvole e fumo, immagini che come memorie evanescenti si dileguano al momento del contatto.

Ricerca della struttura e attivazione di reazioni indotte e non pienamente controllabili per Negri, abbozzo, definizione della forma mediante sottrazione per Takimoto.

Mitsukuni Takimoto

Il termine 移ろい utsuroi afferisce al momento esatto della manifestazione di un cambiamento in un ciclo temporale che si ripete, dando vita a scenari ogni volta diversi e rendendo l’oggetto parte integrante di un tutto, soggetto a una continua evoluzione.

 

Fondata sulla capacità di adeguamento al cambiamento, in netta opposizione alla concezione di bellezza ideale, immobile e perdurante, la sensibilità giapponese rende ceramica, musica, scultura e architettura inclusive del tempo come caratteristica fondante.

 

 

Sede: Galleria Nobili | Paraventi Giapponesi, via Marsala 4, Milano | +39 02 655 1681
Periodo: 18 ottobre - 16 novembre 2019
Orario: lunedì 15.30 – 19.00 | da martedì a sabato 11.00 – 19.00