Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

GIANCARLO SCIANNELLA: RITORNO A FAENZA

BOTTEGA BERTACCINI

29 giugno - 31 agosto 2013

“Ritorno a Faenza”, sculture e carte di GIANCARLO SCIANNELLA

Faenza_news/img_01/sciannella.jpg

Giancarlo Sciannella è nato a Castelli (TE) nel 1943. Ha studiato nel locale Istituto d’Arte sotto la guida di Serafino Mattucci e Arrigo Visani, e successivamente all’Accademia di Belle Arti di Roma, dove frequenta il corso di pittura diretto da Franco Gentilini. All’inizio degli anni Sessanta esordisce come pittore, ma nella seconda metà del decennio comincia a dedicarsi anche alla scultura, operando con la ceramica, materia, questa, che di lì a poco diventerà il suo principale mezzo espressivo. Nel 1972 si trasferisce a Roma, dove tuttora vive. Il suo cammino artistico è segnato dalle proprie origini, mantenendo con esse ben saldi nel linguaggio i legami antropologici e culturali.
Scrive Antonello Rubini nel breve testo che accompagna l’esposizione: “Questa mostra segna, come recita il suo titolo, il ‘ritorno’ di Giancarlo Sciannella a Faenza, il luogo d’esordio espositivo della sua ricerca e dove se n’è vista la maturazione. Il Concorso della Ceramica d’Arte lo ha visto esporvi, nell’arco di un ventennio, in dodici edizioni; lì il suo lavoro ha mosso i primi significativi passi d’affermazione e cominciato ad esser preso in forte considerazione, venendo fuori, nei centrali anni Settanta, nel panorama artistico non soltanto italiano quale nuova importante espressione della scultura ceramica contemporanea. Dal 1985, anno in cui ha scelto di partecipare al Concorso per l’ultima volta, a Sciannella non è più capitato di esporre nulla a Faenza, né di mettervi più piede.
In mezzo secolo di attività, oltre a prendere parte a numerose collettive in Italia e all’estero, Sciannella ha tenuto personali alla Galleria San Giorgio di Teramo (1967), al Centro d’Arte Labirinto di Montorio al Vomano (1984), all’Oratorio di San Sebastiano di Forlì (1990), alla Bottega del Quadro di Bergamo (1990), all’Associazione Operatori Culturali Flaminia 58 di Roma (1991), alla Mari Arte Contemporanea di Imbersago (1996), alla Monogramma Arte Contemporanea di Roma (1999), al Museo delle Ceramiche di Castelli (2003), alla Galleria Arte e Pensieri di Roma (2004), alla Galleria Miralli di Viterbo (2006), al Laboratorio Incontri d’Arte di Roma (2007), alla Galleria dell’Artistico di Treviso (2009), alla Chiesetta della Madonna del Pozzo di Spoleto (2011), all’Archivio Crispolti Arte Contemporanea di Roma (2011), alla Galleria Studio Entroterra di Tarquinia (2011).
Nel 2011 è stato presente alla Biennale di Venezia.
Sue opere figurano in musei, istituzioni e luoghi pubblici, in Italia e all’estero.

 

Bottega Bertaccini
Libri e Arte
Corso Garibaldi, 4 - Faenza
tel. 0546-681712

Orari: 9,30-12,30 / 15,30-19,30. Chiuso lunedì mattina.