Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

RIDENTE TOWN

BOTTEGA BERTACCINI

Giovedì 29 maggio, ore 21:00

GIOVANNI NADIANI presenta e interpreta alcuni brani dal suo nuovo libro RIDENTE TOWN – Scritture istantanee (Edizioni Risguardi).
Interventi musicali di Andrea Branchetti (organetto diatonico).

 

“Ridente town”, raccoglie tutti i generi della sua scrittura in italiano: aforisma, racconto, prosa breve.
Il libro è nato per mettere in ordine e conservare materiali dispersi e disparati: si va dagli appunti irregolari già usciti sul blog Nazione Indiana, alle storie pubblicate sul magazine Gagarin, per concludere coi taccuini della sua scrittura di viaggio.
Le scritture istantanee qui raccolte si snodano in un percorso che va dal pungente e caustico aforisma al racconto comico-amaro sulla attuale provincia italica, raccontandoci le ossessioni (lo sport, il sesso, il denaro, l'apparire, il senso della vita) dei personaggi, presi e persi nel conflitto tra i sessi o tra le generazioni, tra l'ipermodernità e un inconscio desiderio di una qualche identità.

 

Giovanni Nadiani (Cassanigo di Cotignola, 1954) è poeta, scrittore, traduttore, docente e germanista.
Qualcuno ha scritto che Nadiani è “un San Cristoforo dei linguaggi. Li carica sulle spalle e li traghetta oltre il fiume, che sia quello tra italiano e dialetto, lingue “colte” e gerghi, jazz/blues e scrittura, accademia e bar”…
Descrivere in poche righe la lunga e variegata attività di Giovanni Nadiani è impresa assai ardua. Diciamo allora solo poche cose che testimoniano però della sua enorme energia vitale, che gli auguriamo inesauribile.
Svolge attività di docenza e di ricerca presso la Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori dell’Università di Bologna, sede di Forlì. Co-fondatore insieme a Guido Leotta nel 1985 della rivista “Tratti”, per Mobydick ha pubblicato numerose raccolte di versi, e poi volumi di storie e prose brevi, nonché collaborazioni con la band di blue-jazz Faxtet. Ha pubblicato anche con Marsilio, Pazzini, Quodlibet, CartaCanta, Discanti…
Ha tradotto numerose opere di poeti e narratori tedeschi e neerlandesi, per i quali gli è stato conferito nel 1999 il Premio San Gerolamo dell’Associazione Italiana Interpreti e Traduttori. A questo riconoscimento aggiungiamo anche che il 16 gennaio di quest’anno in Campidoglio a Roma ha ricevuto il Premio nazionale “Salva la tua lingua locale” per la sezione di opere edite.
Da qualche anno Nadiani “calca anche le scene” divenendo anche attore e interprete delle sue storie in quello che è stato felicemente chiamato “Dialet-Cabaret”, con il suo caratteristico stile ibrido, "bastardo", che mette insieme il dialetto con le tante lingue diverse della contemporaneità.

 

Bottega Bertaccini
Libri e Arte

Corso Garibaldi, 4 - Faenza
tel. 0546-681712