Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

DISEGNI DELL'ARCHIVIO DELL'ISTITUTO D'ARTE BALLARDINI

Galleria Comunale d'Arte

27 - 29 settembre

Nel 1919 fu istituita ufficialmente la "Regia Scuola Ceramica Faenza". Questa istituzione era stata preceduta da una precedente esperienza triennale di corsi serali tenuti presso la Manifattura Minardi, dal 1916.

Da allora la scuola ha avuto molte trasformazioni: divenne Regio Istituto, poi Istituto Governativo, poi Istituto Statale d' Arte, oggi, divenuta Liceo Artistico, indirizzo Design, sezione Ceramica, fa parte del Liceo Torricelli - Ballardini di Faenza, composto da sei indirizzi.

 

Dal 1919 ad oggi la scuola, nella sua produzione didattica ha conservato centinaia di migliaia di disegni, oggi accatastati in diversi spazi dell' edificio che, da anni, per motivi logistici e strutturali e per necessità di adattamento alle nuove esigenze dell' istruzione faentina,  è in continua trasformazione, traslochi interni, cantieri in corso di risanamento e ristrutturazione.

In questa difficile situazione conservativa, presidi, insegnanti e personale, pur tra mille difficoltà, sono riusciti a preservare l'enorme patrimonio rappresentato da questa importante mole di disegni.

L'Associazione Ex Allievi, nell' anno del centenario ballardiniano, ha ritenuto interessante presentare al pubblico una selezione di tali opere.

La scelta è stata circoscritta al periodo 1919 -1970 (eccetto pochi casi relativi al corso di Restauro) per un motivo preciso: sino a queso anno, l'archivio era già piuttosto ordinato grazie ad una pre selezione dei disegni, operata negli anni da apposite commissioni. Da questa data in poi, la produzione didattica è stata accatastata in toto, a seguito di una norma ministeriale che prevede che tutti i disegni valutati (alla pari dei temi, dei compiti in classe di inglese e matematica ecc), siano conservati. Per cui la quantità di tavole postcedenti al 1970 è immensa e si spera potrà essere oggetto di selezione nei prossimi anni.

La mostra è formata dalla proiezione su 5 differenti monitor di oltre 5.000 disegni e da un centinaio di originali cartacei. Le immagini proiettate (oltre 14.000 scatti effettuti con pazienza da Paolo Solaroli negli anni), sono di archivio, quindi non di alta qualità (non da catalogo quindi), necessarie solo alla riconoscibilità anagrafica e iconografica del pezzo.

 

La mostra, allestita presso la Galleria Comunale d'Arte (voltone della Molinella, Faenza), sarà visitabile da Venerdì 27 a Domenica 29 Settembre 2019, dalle 9,30 alle 13 e dalle 15,50 alle 19,30.

E' previsto un momento di incontro comunitario per Domenica pomeriggio alle 16, a seguito del Raduno Annuale degli ex Allievi, con commenti e descrizioni dell' iniziativa.