Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

ANGOLO UNO

RAVENNA TENDAGGI - FAENZA

Giovedì 24 novembre 2011, ore 18:00

Angolo UNO: terza tappa
Pietro Bastia, Francesco Mancin

La mostra è promossa da Museo Carlo Zauli, Ravenna Tendaggi, Edilpiù, Accademia di belle Arti di Ravenna

Da quasi un decennio il Museo Carlo Zauli opera per promuovere e consolidare il percorso ed il ruolo dei giovani artisti sul nostro territorio. Quale strumento ideato a tal fine è nato il format uno!, ovvero un progetto di mostra collettiva che rappresenta la prima esposizione pubblica di un giovane artista di talento del nostro territorio. Ispirandosi a questo esperienza MCZ ha colto la volontà e l'energia di due giovani imprenditori in un nuovo progetto che lega museo, aziende ed istituti universitari artistici al fine di sviluppare la visibilità di giovanissimi artisti e un rinnovato collezionismo territoriale. Dal dicembre 2010 lo showroom faentino di Ravenna Tendaggi, si è trasformato in ideale palestra e reale opportunità per i giovani artisti, accogliendo un angolo intimo e da scoprire, dedicato ad un giovane artista, scelto fra i migliori studenti all'interno delle realtà scolastiche locali. In un piccolo ma autonomo spazio egli è chiamato a ricreare il proprio universo attraverso un'installazione di opere e oggetti. Anche altri spazi dello showroom vengono allestiti, testimoniando una reciproca volontà di contaminazione tra l'imprenditore e l'artista, il tutto affiancato dalla presenza di un’opera di Carlo Zauli, scelta tra la storica collezione del maestro, che funge così da ideale testimone tra l’arte storica e istituzionale del territorio e le giovani generazioni. Dopo le due tappe precedenti con le giovani studentesse selezionate all'interno dell'Accademia di Belle Arti di Ravenna, Marisa Monaco e Roberta Grasso, che hanno mostrato i loro lavori pittorici e in mosaico, è la volta di due ragazzi provenienti dall'Istituto Superiore per le Industrie Artistiche di Faenza, Pietro Bastia e Francesco Mancin. In questa terza tappa l'allestimento darà una netta dimostrazione di come alcune scuole abbiano la fondamentale funzione di fornire e alimentare le capacità creative trasversali nei giovani studenti, che spaziano con naturalezza in diversi campi Per la terza volta siamo lieti di ospitare i giovani designer del gruppo Zenzero Zelante, studenti anch'essi dell'ISIA, che proporranno un loro nuovo progetto per l'aperivito.

Ricordiamo che al termine del ciclo di mostre Ravenna Tendaggi ed Edilpiù metteranno in palio un premio acquisto pari a € 500 per l'acquisto di un’opera selezionata tra tutte quelle esposte, che saranno poi ripresentate tutte insieme nel corso di un'asta finale. Riteniamo infatti che dare la possibilità ad un giovane di confrontarsi con un museo e delle aziende, fornendogli uno strumento concreto che gli permetta di vendere il proprio lavoro, sia un modo didattico per aiutarlo realmente ad esprimere, al di là dei luoghi comuni, la propria maturità artistica. In tale occasione sono battute tutte le opere esposte durante le mostre, e l'incasso diretto ai giovani, autori senza dimenticare il forte legame e la sensibilità alle tematiche sociali dei giovani imprenditori, destinando quindi il 25% dell'incasso all'AIRC.

Pietro Bastia, 1986, frequenta l'ultimo anno specialistico dell'Isia. Dal suo lavoro emerge una passione per gli oggetti, i materiali e l'ampiamento delle facoltà sensoriali a cui possono portare. Attualmente lavora in uno studio bolognese.

Francesco Mancin, 1983, diplomato all'Isia di Faenza, frequenta il quinto anno. Si occupa principalmente di video con la produzione di spot e videoclip indipendenti, visual e grafica.

Showroom Ravenna Tendaggi
viale IV novembre 50/A, Faenza