Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

MARIO PEZZI. OMAGGIO A OLINDO GUERRINI

BOTTEGA BERTACCINI

9 giugno - 2 settembre 2012

Mario Pezzi. Omaggio a Olindo Guerrini
13 ceramiche dai “Sonetti romagnoli"

 

Chi non conosce, almeno qua in Romagna, un poeta come Stecchetti e i suoi "Sonetti romagnoli"? Un amico, il nonno o il babbo ce ne hanno sicuramente letto alcuni, ci sono talmente piaciuti che ci siamo comprati il libro e ce lo siamo letti da soli. E a nostra volta lo abbiamo letto e consigliato, ricominciando il giro. La vita è proprio una ruota...
 
Anche il nostro ceramista  faentino Mario Pezzi, un sempre giovane a dispetto dell’età, ha incontrato Olindo Guerrini, poeta e scrittore ravennate, santalbertese per la precisione, una delle figure più originali nella nostra letteratura.
Così Pezzi ha inaugurato il 2012 con un progetto al quale ha lavorato tutto l’inverno, stagione di riposo per lui e il suo orto su alla Zattaglia. E se nel 2011 il suo interesse era tutto per l’Unità d’Italia, quest’anno col suo lavoro celebra una gloria regionale rendendo un omaggio a Olindo Guerrini, in arte Lorenzo Stecchetti.
 
Crediamo che Mario Pezzi si sia divertito e non poco a leggere e rileggere i sonetti romagnoli. Dopo essersi raffigurato mentalmente scene, quadri e personaggi, ha messo le mani nella sua amata argilla di cui è impastato da una vita, e ha creato il suo film, ha raccontato la sua storia in tredici formelle che interpretano altrettanti sonetti prescelti.
Lui sa bene come dar vita alle sue plastiche, come plasmare figure a rilievo, con vera felicità e freschezza, in scene spiritose, vivaci, briose, un occhio al teatro dei pupi siciliani, ignorando volutamente prospettiva, profondità, proporzioni, a favore di una espressività libera, di una gestualità capace di fermare e  catturare il momento.
 
Mario Pezzi è nato a Faenza nel 1929. Diplomato all’Istituto d’Arte “Ballardini” di Faenza, vi ha insegnato dal 1958 fino al pensionamento. Parallelamente ha sviluppato una sua personale attività artistica realizzando opere partendo dalla tecnica detta “della lastra”, ottenendo forme maschili o femminili, vasi o animali poi dipinti con vivaci colori a smalto. Le opere realizzate con questa tecnica hanno il pregio di essere pezzi unici.
Ha collaborato con artisti, enti ed istituzioni. In particolare ci piace ricordare il suo sodalizio con il maestro Angelo Biancini.
Nella sua lunga attività artistica ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti, in Italia e all’estero.

Catalogo in mostra con scritti di Elisabetta Bovina e Santa Cortesi.

 

BOTTEGA BERTACCINI

Inaugurazione: sabato 9 giugno 2012 alle ore 18.00
Orari: 9.30-12.30 / 15.30-19.30. Chiuso lunedì mattina