Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

IN ANTEPRIMA TUTTE LE ATTIVITÀ DEL 2013

L'anno “nuovo” del Mic

Lunedì 17 dicembre 2012

Un 2013 intenso, ricco di mostre importanti, di interventi per la conservazione e valorizzazione delle collezioni e tanti eventi collaterali.

L'anno nuovo al Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza comincia sabato 19 gennaio, alle 18, con l’inaugurazione della mostra di Pizzi Cannella ceramiche. Oltre 70 opere tra disegni e ceramiche inedite e realizzate grazie alla collaborazione della Otto Gallery di Bologna e della Bottega Gatti di Faenza.
Pizzi Cannella - artista romano legato ad un ambito strettamente pittorico dagli anni Ottanta, con il gruppo di giovani del Pastificio Cerere (con Nunzio, Ceccobelli, Dessì, Gallo, Tirelli) - trasferisce il suo vocabolario sulla ceramica trattando temi da sempre a lui cari: il viaggio antropologico, il sogno e il sentire umano. La mostra, a cura di Claudia Casali, rimane allestita fino al 17 marzo 2013.

Da sabato 26 gennaio fino al 6 aprile, nell’ambito della mostra Novecento allestita ai Musei di San Domenico di Forlì, in collaborazione con la Scuola di Musica Sarti di Faenza, si alterneranno ogni sabato e domenica conferenze e i concerti aperitivo sui protagonisti dell’Arte tra le due guerre, dal titolo Novecento Arte e Musica.

Sabato 20 aprile verrà inaugurata la sezione permanente dedicata alle piastrelle e alle mattonelle dal XIII al XX secolo, di cui il MIC possiede importanti testimonianze. L’allestimento non comprenderà solo l’ambito italiano ma si estenderà anche all’Europa e alle zone medio-orientali, per fornire uno spaccato storico-artistico di manufatti straordinari di uso comune.

Da aprile a giugno si terranno le celebrazioni per il Centenario della rivista “Faenza” attraverso incontri settimanali con i più importanti ceramologi internazionali (tra gli altri Barbe, Mallet, Lessmann, Ravanelli Guidotti, Wilson) che racconteranno i 100 anni della rivista “Faenza”.

Sabato 25 maggio verrà inaugurata la mostra del 59° Premio Faenza Concorso Internazionale dell’arte ceramica contemporanea. Per l’occasione sarà presentata anche la sezione permanente dedicata alla scultura internazionale del XX secolo. La mostra con le opere del Premio Faenza sarà visitabile fino al 6 ottobre 2013

Dal 2 al 5 ottobre torna la Settimana del Contemporaneo con mostre, conferenze, performance di giovani artisti a cura di giovani curatori. L’evento rientra nella Giornata del Contemporaneo indetta da Amaci e fa parte del contenitore più generale di KART dedicato dal Comune di Faenza alle forme di espressione contemporanee.

Domenica 6 ottobre: Giornata UNESCO – Open Day. Per celebrare la nomina Unesco del Mic come Monumento di pace, il Mic apre le porte al pubblico con una giornata di laboratori per bambini, conferenze, visite guidate alle mostre e alle collezioni permanenti. Per l’occasione verranno esposti i restauri realizzati nel corso dell’anno dal Laboratorio di restauro del MIC, relativi alle opere danneggiate durante il bombardamento del 1944.

Sabato 30 novembre verrà inaugurata Arturo Martini. Armonie, figure tra mito e realtà: un’importante mostra realizzata in collaborazione con Genus Bononiae – Fondazione Carisbo che rimarrà allestita fino a maggio 2014. Le opere al Mic dialogano idealmente con la mostra allestita dalla Fondazione a Palazzo Fava a Bologna, curata da Nico Stringa, che espone le grandi terrecotte che Arturo Martini ha realizzato tra il 1928 e il 1932. La mostra al Mic completa l’attenzione sul percorso artistico di uno dei veri protagonisti della scultura del Novecento. Sarà curata da Claudia Casali, direttrice del Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza e indaga per grandi temi la poetica di Martini partendo dall’assunto, espresso dall’artista stesso “…Noi vogliamo creare … l’armonia…”, da cui il titolo della mostra.

 

Prosegue inoltre fino al 6 gennaio la mostra Guerrino Tramonti, La magia del Colore. Il 23 dicembre e il 6 gennaio, alle ore 10,30 il Mic organizza due visite guidate aperitivo alla mostra. Un percorso per approfondire la figura di uno dei più importanti ceramisti del ‘900, scomparso 20 anni fa. In mostra circa 150 lavori rappresentativi della sua poetica, tra sculture, dipinti e ceramiche che esprimono il talento e la visione del mondo nel suo stile eclettico e nell'ispirazione profonda che anima ogni sua opera.

 

Un anno fitto di attività che vede dal 1 gennaio un'importante novità che va a collocare il Mic vicino ad altre realtà museali internazionali. Nel 2013 verrà istituito un biglietto di ingresso anche per faentini, seppur ridottissimo, di soli 3 euro.

“Siamo consapevoli che questa è una decisione impopolare e dolorosa – spiegano il Presidente della Fondazione Mic Pier Antonio Rivola e Claudia Casali direttrice del Mic -  ma, se vogliamo fortemente che il più grande Museo al mondo dedito alla Ceramica continui la sua attività culturale e non solo per il nostro territorio, s’impone questa scelta dopo gli ingenti tagli pubblici fatti alla nostra Istituzione. Seguendo la prassi consolidata di altre istituzioni museali internazionali, abbiamo pensato di istituire degli abbonamenti d’ingresso a tariffa variabile che potranno essere acquistati a partire da dicembre 2012 presso il nostro bookshop”.

Ed è così che chi compra un abbonamento potrà visitare  tutte le mostre (anche più volte), partecipare ai concerti aperitivo e ai tanti eventi organizzati. La tessera abbonamento permetterà inoltre di acquistare tutti cataloghi delle mostre con il 20% di sconto e permetterà di usufruire delle visite guidate alla tariffa scontata di 3 euro (anziché 5 euro).