Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

BERTHE MORISOT ARTISTA DELL'IMPRESSIONISMO - CONFERENZA DI MARIA GRAZIA MORGANTI

PINACOTECA COMUNALE

BERTHE MORISOT ARTISTA DELL'IMPRESSIONISMO - CONFERENZA DI MARIA GRAZIA MORGANTI
Venerdì 19 aprile 2013, ore 17:30

Berthe Morisot, musa, modella e artista dell'impressionismo

Conferenza di Maria Grazia Morganti per il ciclo “Artemsia e le altre”

in collaborazione con l'Associazione 194donna

 

Nata nel 1841 a Bourges, Berthe Morisot, dopo un'infanzia passata in provincia, si trasferisce da ragazza con la famiglia a Parigi. Qui decide di dedicarsi alla pittura e la famiglia non la ostacola, ma poichè l'Ecole des Beaux-Arts non accettava donne allieve (lo farà a partire dal 1897) si iscrive come copista al Louvre. Conosciuto a venti anni Camille Corot impara il metodo della pittura all'aria aperta. Dal 1864 è la sua prima esposizione al Salon, con due dipinti di paesaggi, dove espone regolarmente fino al 1873.
Nel 1867 la sua tavolozza si definisce facendo cantare i colori chiari con un senso molto personale della luce.
Nel 1868, Fantin-Latour presenta Edouard Manet a Berthe Morisot. Tra di loro scocca subito una scintilla e Berthe, ammaliata dalla personalità e dall'opera dell'illustre maestro, diviene sua modella, quella che Manet raffigurerà di più. Berthe subisce il fascino di Manet ma, pur avendo una grande ammirazione per la sua pittura, non sarà mai sua allieva. Morisot si dedica sempre più alla pittura e frequenta assiduamente il milieu artistico parigino.
Nel 1873, la giuria del Salon accetta solo un'opera di Morisot e molti lavori di altri artisti vengono rifiutati. In segno di protesta un gruppo di artisti, come Monet, Pissarro, Sisley, Degas, Renoir, organizza una mostra autonoma da cui, prendendo il nome dal dipinto di Monet "Impression, soleil levant" nasce il movimento impressionista. Anche Berthe Morisot partecipa a questa mostra.
Nel 1874, Berthe sposa il fratello di Manet, Eugène, pittore dilettante, che frequenta anche i milieux letterari. Eugène e Berthe trascorrono l'estate del 1875 nell'isola di Wight, dove realizza interessanti dipinti che mettono in evidenza la sua grande vena coloristica. L'unica figlia della coppia, Julie, nasce nel 1878 e diventa uno dei modelli preferiti della madre, che intanto partecipa a tutte le mostre degli impressionisti, eccezion fatta per quella del 1879. Nel 1880 sembra aver raggiunto la piena maturità e in occasione della quinta mostra impressionista può essere considerata una delle figure di spicco del movimento. Le composizioni hanno raggiunto un bell'equilibrio, che poggia sul nervosismo della pennellata e sull'armonia di colori. Dai suoi acquerelli, arte in cui Berthe Morisot eccelle, emana una sottile spontaneità piena di fascino.
Nel 1892 l'artista perde il marito e passa il suo tempo a dipingere, circondata spesso da Monet, Renoir, Degas e Mallarmè. Nel 1892 tiene la sua seconda personale da Bussod et Valadon, riscuotendo un buon successo sia da parte degli artisti che degli appassionati d'arte. Nel 1894 presenta il suo lavoro alla Libre Esthétique di Bruxelles, fra cui Intérieur. Nello stesso anno lo stato francese acquista, grazie a Mallarmè, il dipinto Le Bal.
Berthe muore nel febbraio 1895, per polmonite, a soli 54 anni.

 

PINACOTECA COMUNALE
via Santa Maria dell'Angelo 9, Faenza