Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

PROCLAMATI I VINCITORI DEL 58° CONCORSO INTERNAZIONALE DELLA CERAMICA D'ARTE CONTEMPORANEA

Vincono la finlandese Paivi Rintaniemi e l'italiano Nero / Alessandro Neretti

Lunedì 22 aprile 2013

Decretati i vincitori del Concorso Internazionale della Ceramica d’Arte Contemporanea – Premio Faenza alla sua 58esima edizione.

Lo scorso 15 aprile la Giuria si è riunita e, tra circa un centinaio di finalisti provenienti da tutto il mondo, ha stabilito le sue preferenze. ​

Le opere selezionate affrontano i linguaggi della contemporaneità e mostrano un’attenzione viva e partecipe ai temi dell’attualità.

Il Premio Faenza della sezione over 40, offerto dalla Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio di Faenza, è stato assegnato all'artista finlandese, Paivi Ritaniemi, con l'opera Avis (2012) perchè “La purezza del lavoro intitolato Avis, esito felice di essenzialità e sofisticatezza, mette in evidenza la profondità e la maturità della ricerca dell’artista finlandese, la quale, ispirandosi alla forma primordiale del contenitore, ha raggiunto una sintesi quanto mai efficace tra fragilità e forza, tra forma e informe”.

Il Premio Faenza della sezione under 40offerto dalla Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio di Faenza, è andato invece ad un faentino Nero / Alessandro Neretti con l'opera I nuovi Apostoli ovvero paesaggi ecnonomico-strutturali (2012) perchè “l’opera sviluppa il linguaggio della contemporaneità nella forma e nella poetica. L’abilità nel coniugare materiali disomogenei, unitamente alla capacità dell’artista di confrontarsi con i temi dell’attualità, offrono molteplici ed inedite chiavi di lettura di un’opera in cui diversi linguaggi e pratiche artistiche convivono felicemente e sottolineano la capacità dell’autore di esprimersi in tutta la sua maturità”.


Il Premio Cersaie, offerto da Edi.Cer. Spa di Sassuolo, è andato invece all'artista serba Ljubica Jocic-Knezevic con l'opera Analysis and implementation of the global game plan (2012) dove “La forma industriale della piastrella viene riletta in modo originale con inediti e curiosi interventi che rendono l’opera estremamente raffinata. Esito felice di arte unita al design, l’opera si afferma per la notevole eleganza formale ed espressiva che l’autrice ha saputo raggiungere attraverso l’uso di un materiale abitualmente considerato ai margini dell’espressione artistica”.

Numerosi i riconoscimenti assegnati. 

Premio Monica Biserni è stato riservato a Mattia Vernocchi con Alveare (2012), la Targa del Presidente della Repubblica è stata assegnata a Silvia Celeste Calcagno con My July (2012), la Medaglia del Presidente del Senato della Repubblica a Jane King del Regno Unito con l'opera Untitled (2012), la Medaglia del Presidente della Camera dei Deputati alla portoghese Stela Pervanova con Maternity (2012), la Targa della Regione Emilia-Romagna all'inglese Tony Lattimer con l’opera Paintily (2012), il Premio del Consiglio Regionale dell'Emilia Romagna all'argentina Graciela Olio con l’opera Proyecto Sur, Serie Home. Barrio 124 (2012), il Premio in memoria di Eleuterio Ignazi riservato ad un giovane artista è andato a Chiara Camoni, Italia, con l’opera Sul perché in natura tutto avvolge a sinistra (2012), la Medaglia del Rotary Club di Faenza a Liv Brita Malnes, Norvegia, con InVertebRate – LEGO (2011-2012), il Premio del Lions Club Faenza Host a Sophie Ronse, Belgio, con Fractal 3 (2012), il Premio Valter Dal Pane per i Nuovi Talenti a Paolo Polloniato, Italia, con l’opera Santilva (2012) e infine il Premio offerto dalla Rivista D’A a Zhao PingPing, Cina, con l’opera Dancing in the wind, (2012). La giuria ha inoltre espresso una menzione d’onore della Provincia di Ravenna per l’opera The Wall (2012) dell’artista cinese Cheung Shing.

La mostra, che espone le opere dei finalisti, inaugurerà invece il 25 maggio, alle 17,  per poi rimanere aperta fino al 22 settembre.


Sponsor ufficiale:

loghi/fondazione banca del monte e cassa di risparmio faenza.jpg