Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Didattica per la Scuola

Una tradizione educativa che dal 1979 fa parte della mission del museo.
Le attività formative (Giocare con la ceramica; Visite guidate; Speciale Scuole dell'infanzia; Percorsi ceramici; Itinerari didattici; Laboratori al Museo; Tra Archeologia e Restauro) sono studiate prestando attenzione ai contenuti scientifici e alle modalità di linguaggio in modo da avvicinare in maniera piacevole, ma consapevole, bambini e ragazzi alla conoscenza della ceramica e favorire la crescita culturale e individuale.

 

Le attività si svolgono nel laboratorio Giocare con la Ceramica, dove attraverso attività pratiche si entra in contatto con la materia, nella Sala Didattica "Ugo Gobbi" e nelle sale del museo dove attraverso visite didattiche si agisce sull’osservazione e la comprensione della storia, delle tradizioni per trasmettere il punto di vista di un popolo ma soprattutto per creare un rapporto continuativo con il pubblico affinché questo ritorni e viva il museo nel suo evolversi. Le attività didattiche del museo possono essere svolte anche in classe (Il Museo va a Scuola): i nostri esperti che dopo una breve lezione introduttiva svolgeranno l'attività prescelta tra le varie proposte.


Con questi obiettivi il museo eroga servizi didattici ed educativi differenziati per età e costruiti sull’unicità di ogni singola realtà scolastica. Crediamo che la diffusione della conoscenza del mondo ceramico sia una grande occasione di crescita, di formazione, di scoperta e siamo inoltre consapevoli che è di fondamentale importanza la collaborazione con gli insegnanti e la coerenza delle nostre attività con i programmi di studio. La ricerca di nuove proposte didattiche conformi ad ogni sensibilità, ad ogni fascia d’età sono fondamentali per trasmettere una cultura pluridisciplinare, per guardare la realtà con occhi aperti e curiosi.


Assieme saremo i protagonisti delle attività: usiamo gli occhi per guardare, la mente per riflettere, le mani per fare e disfare; è importante osservare, interrogarsi, darsi risposte: il risultato raggiunto sarà un’esperienza culturale unica e irripetibile.

 

Sfoglia l'offerta didattica 2016-2017