Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

ARTURO MARTINI. ARMONIE, FIGURE TRA MITO E REALTA'

ARTURO MARTINI.  ARMONIE, FIGURE TRA MITO E REALTA'
13 ottobre 2013 - 30 marzo 2014

La Fondazione Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna celebra con due esposizioni il più importante scultore italiano della prima metà del XX secolo: Arturo Martini (Treviso 1889 – Milano 1947).

Conclusasi il 12 gennaio 2014 la mostra a Bologna, continua al Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza fino al 30 marzo la mostra
Arturo Martini. Armonie. Figure tra mito e realtà
,
a cura di Claudia Casali, in collaborazione con i Musei Civici di Treviso, arricchendosi di tre grandi terrecotte provenienti dal disallestimento di Palazzo Fava: La Madre Folle, L'aviatore e la Veglia.
I tre capolavori vanno a completare il percorso composto da una cinquantina di opere che mette in mostra l'intero percorso artistico di Martini, dagli esordi fino alle ultime opere, e che attraversa tutti i linguaggi da lui utilizzati (ceramica, bronzo, legno, marmo, pietra, gesso), focalizzando l’attenzione su due temi principali: la figura femminile, tra mito e realtà e la ricerca della forma che ha caratterizzato gli ultimi anni. Nella sua breve esistenza Martini fu un assiduo e appassionato lavoratore, alla ricerca di un ideale di bellezza che guardava con attenzione ai grandi del passato e alla storia della scultura italiana.
La sua cifra stilistica, unica, miscela moderna classicità e lirica tensione, per cui il sentimento della materia emerge con ossequio e riverenza e la scultura diviene motivo esistenziale.
Per la mostra sono stati selezionati pezzi significativi, dagli inizi più scolastici alla produzione finale più sperimentale. Tra le opere esposte sono da segnalare La pulzella d’Orleans (1920), Leda (1926), La leggenda di San Giorgio (1926-27), La pisana (grande frammento) (1928), La Nena (1930), Donna sdraiata (1932), Vittoria Fascista (1932), Abbraccio-amplesso (1936-1940), Cavallo allo steccato (1943), Signorina seduta (1943).

_________

  • Le visite guidate includono il biglietto di ingresso alla mostra.
  • L’ingresso alla mostra "Arturo Martini. Armonie. Figure tra mito e realtà" consente la visita al Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza.
  • Con prenotazione obbligatoria per i gruppi di adulti e per le scolaresche è possibile accedere solo alla mostra in orari differenti da quelli di apertura del Museo.