Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Opere del MIC in mostra al Resta Expo 2010

30 aprile - 16 maggio 2010

La Fondazione Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza ha recentemente preso contatti con importanti aziende del comprensorio faentino per attivare momenti di collaborazione volti a far conoscere anche in ambiti diversi dal Museo alcune delle opere del vastissimo patrimonio museale. La prima delle aziende contattate ad avere risposto favorevolmente è la Resta Computerized Bedding Equipment, azienda leader nel settore della fabbricazione di macchine automatiche per la produzione di materassi, trapunte, copriletto e cuscini, e detentrice di oltre 50 brevetti.

Da giovedì 30 aprile fino al 16 maggio 2010, alcune opere ceramiche di grandi dimensioni provenienti dai depositi del MIC saranno ospitate all’interno del Resta Expo 2010, esposizione riservata biennalmente da trent’anni ad operatori del settore provenienti da tutto il mondo, che si svolge a Faenza nella sede di via Righi.

Le opere allestite in questa occasione sono state scelte tra le oltre novemila del Novecento attualmente conservate al MIC e pervenute a seguito di donazioni alla Fondazione o delle manifestazioni del Concorso Internazionale della Ceramica d’Arte Contemporanea. Si segnalano le sei grandi steli di Linde Burkhardt, l’opera “Solitudine” di Maila Klemettinen, la grande tazza “Ape regina” di Romeo Lombardi e Gino Geminiani e, per singolare affinità tematica con la produzione della ditta Resta, “Dormizio” di Mattia Vernocchi, singolare opera mista in ferro e ceramica che ha per soggetto proprio il letto.

Mercoledì 5 maggio 2010 (dalle ore 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00 previo appuntamento telefonico tel. 0546 620306), l’azienda Resta sarà aperta ai visitatori interessati alle opere esposte.

Questo nuovo rapporto fra la Fondazione e le imprese del territorio rappresenta una formula inedita che ha per scopo quello di rapportarsi alle occasioni offerte dalla imprenditoria locale di eccellenza al fine di una sempre maggiore conoscenza del Museo e dei patrimoni artistici in esso conservati.

Per informazioni:
tel. centralino 0546 697311 tel. bookshop 0546 697308  fax 0546 27141