Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

LUIS BACALOV

Italia-Argentina. Omaggio nel bicentenario dell’Indipendenza dell’Argentina e nel 150°anniversario dell’Unità d’Italia

Mercoledì 08 settembre 2010, ore 21:15

La nuova ala del prestigioso Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza ospita il grande Luis Bacalov, Premio Oscar per le musiche del film Il Postino, accompagnato dal flauto di Massimo Mercelli per un concerto che alterna l’esecuzione dei suoi brani più famosi alle memorabili pagine di Ennio Morricone, vera leggenda vivente della musica da film e di quella colta contemporanea, anche lui premiato dall’Academy con un riconoscimento alla carriera. L’evento è l’occasione per celebrare il Bicentenario della “Revolución de Mayo” in Argentina che portò all’indipendenza dalla Spagna, e il 150° anniversario dell’Unità d’Italia.

Il programma del concerto affianca alle musiche di Bacalov e Morricone, brani di Glass, Williams, Colasanti, Bellafronte e Sollima. Un percorso musicale senza barriere questo, che collega i mondi al di qua e al di là dell’Atlantico, un vero e proprio ponte culturale in cui tutte le certezze e le categorie crollano di fronte alla bellezza e al valore delle pagine eseguite.

E non è un caso che sia proprio il Museo Internazionale delle Ceramiche ad accogliere un concerto che celebra l’Indipendenza argentina, visto che l’istituzione faentina ospita da tempo nei suoi spazi espositivi, a fianco delle opere della produzione italiana ed europea dal Medioevo all’Ottocento, un importante sezione dedicata all'America precolombiana.

Nato a Buenos Aires, Luis Bacalov è un artista che si distingue per una formazione musicale tra le più solide e colte tra coloro che calcano le scene, e per aver affiancato la composizione di celeberrime colonne sonore a pagine più ‘strutturate’, appartenenti per tradizione al campo della ‘classica’, come la suggestiva opera teatrale ‘Estaba la Madre’, che su commissione del Teatro dell'Opera di Roma è andata in scena al Teatro Nazionale di Roma durante la stagione operistica 2003-2004 con la regia di Giorgio Barberio Corsetti.

Sul palco insieme al compositore argentino, Massimo Mercelli. Allievo dei celebri flautisti Maxence Larrieu ed André Jaunet e vincitore di vari concorsi in Italia e all’estero, Mercelli suona regolarmente nelle maggiori sedi concertistiche del mondo, quali il Carnegie Hall di New York, Herculessaal e Gasteig di Monaco, Teatro Colon di Buenos Aires, Concertgebouw di Amsterdam, Auditorium RAI di Torino, collaborando con artisti e orchestre di fama internazionale. Musicista eclettico, è direttore artistico e fondatore dell’Emilia Romagna Festival, e dal 2001 fa parte del direttivo della European Festivals Association.

Ingresso € 15 - I biglietti possono essere acquistati in prevendità on-line sul sito ww.vivaticket.it a partire dal 1 luglio oppure la sera stessa dello spettacolo presso la sede del concerto a partire dalle ore 20.30. Gratuità sotto i 10 anni.