Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

AL MIC DI FAENZA ARRIVA L’ “ESTATE DÉCO”

A luglio visite guidate aperitivo, concerti di classica, folk e blues

AL MIC DI FAENZA ARRIVA L’ “ESTATE DÉCO”
Giovedì 22 giugno

Un’estate di stile, all’insegna del Déco, è quella che propone il MIC di Faenza per tutto il mese di luglio. L’occasione è quella della mostra “Ceramica Déco. Il gusto di un’epoca” in corso fino al 1° ottobre 2017. 

Ogni martedì, alle 18.30, in occasione dei Martedì d’Estate, sarà possibile godere di una visita guidata alla mostra seguita da un aperitivo in giardino.

La mostra, in 150 pezzi, concentra la propria attenzione sulla produzione ceramica italiana e internazionale a partire proprio da quella faentina, che in quegli anni, fu fondamentale per lo sviluppo e l’affermazione del gusto Déco in Italia.  

 

In parallelo il MIC propone un interessante calendario musicale tra classica, folk e blues.

 

Sono due i concerti, curati in collaborazione con la Scuola di Musica Sarti, che eseguiranno musiche degli anni tra le due guerre. Il 19 luglio (ore 21.15) con Evelis – Melodie con Maria Claudia Bergantin alla voce soprano e Monica Ferrini al pianoforte che interpretano brani di Tosti, Puccini e Respighi, il 26 luglio (ore 21.15) Entrada Prohibida con Donato D’Antonio alla chitarra, Vittorio Veroli al violino e Silvio Zalambani al sax con un repertorio (musiche di Arolas, Greco e Rodriguez) dedicato al tango che in quegli anni divenne molto di moda.

 

Infine due concerti realizzati in collaborazione con Strade Blu. Il 4 luglio (ore 21.30) salirà sul palco del giardino del MIC il musicista catanese Cesare Basile per presentare il suo ultimo album "U fujutu su nesci chi fa?". Il Fujutu è la carta dell’Imprevisto nei tarocchi. Il disco, come dice Basile stesso, è dedicato alla Dannata, “la città in cui per sortilegio gli offesi sono grati a chi li offende”. Cesare Basile è l’unico vero musicista blues italiano. Nella sua musica c’è un odore intenso di terra, quella siciliana (sua terra di origine) e di umanità, di radici secolari e di miserie che non passano. Come il precedente “Tu prenditi l’amore che vuoi e non chiederlo più” - che ha vinto la targa Tenco 2015 come migliore album in dialetto -  anche questo è un album di storie e canzoni siciliane direttamente ispirate dai “Cunti”, i canti dei carrettieri siciliani, che uniti al blues della chitarra - fissa su un solo accordo - odorano della poco distante Africa. Una sorta di “mantra” a cui si aggiungono polifonie vocali e controcanti femminili.

 

Infine il 1 agosto (ore 21.30) padre e figlio: Ashley Hutchings e Blair. Ashley Hutchings, il padre, è rinomato a livello internazionale quale Guv’nor del Folk Rock britannico. Ha dato vita a ben tre dei gruppi fondamentali del genere: Fairport Convention, Steeleye Span e Albion Band. Lodato da Bob Dylan, ha al suo attivo quasi un centinaio di album.

Blair Dunlop, il figlio, già a venticinque anni, ha già raggiunto un notevole successo in Inghilterra e ha ricevuto il premio di BBC Radio Horizon quale “miglior nuovo talento musicale acustico in Gran Bretagna”.

Suoneranno e canteranno una varietà di composizioni proprie e altre dalla tradizione folk, più alcuni brani dall’album anglo-italiano My Land is your Land (pubblicato nel 2008 con Ernesto de Pascale), un importante cd di nuovi pezzi tra Inghilterra e Italia, la loro storia e la loro cultura.

 

Gli aperitivi delle visite guidate sono gentilmente offerti da Frankie.Fiorentini Faenza e da Caviro. Consigliata la prenotazione.

L’Estate Déco è realizzata grazie al contributo di Regione Emilia-Romagna.

 

Ingresso visite guidate aperitivo: 8 euro, 5 per i faentini

 

Per informazioni: 0546 697311