Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

I VINCITORI DEL PREMIO AJO

Premiati lo scorso 12 gennaio a Gubbio

15 - 31 gennaio 2013

Sabato 12 gennaio è stata inaugurata presso il Museo Civico Palazzo dei Consoli di Gubbio la mostra delle opere selezionate dalla giuria di esperti per la terza edizione del Premio Aldo Ajò, dedicato ai giovani ceramisti ed artisti della ceramica. La giuria era composta dall’artista eugubina Lucia Angeloni, da Claudia Casali, Direttrice del Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza, dal Dirigente del Settore Cultura del Comune di Gubbio Raoul G.L. Caldarelli e dagli storici dell’arte e della ceramica Giancarlo Bojani, Franco Cocchi, Marco Nicoletti ed Ettore Sannipoli.

Gli artisti selezionati in questa edizione provengono da tutto il territorio nazionale e sono: Francesco Ardini, Emanuela Battista, Gian Luca Brignone, Silvia Calcagno, Lelia Cardosi, Simone Cassini, Annalista Guerri, Paola Laghi, Valerio Niccacci, Simone Patarini, Ricordo Sangalli, Laura Scopa, Michele Tittarelli e Maddalena Vantaggi.

 

Tra le opere selezionate la Giuria ha individuato i vincitori dei tre premi messi in palio dal Bando, che sono stati così assegnati:

 

1° Premio  - € 3.000

ad Annalisa Guerri, Crudo Vegetale

per aver saputo reinterpretare una forma archetipale, ottenuta attraverso una sedimentazione progressiva, con tecniche e materie attuali e particolare raffinatezza nel gesto, nel ritmo e nella composizione.

2° Premio - € 2.000

a Laura Scopa, Solitudine Metropolitana

poiché, con un perfetto equilibrio architettonico nella composizione e un sapiente uso dei materiali, ha elaborato un’opera capace di evocare atmosfere sironiane delle periferie cittadine.

3° Premio - € 1.000

a Madddalena Vantaggi, Pettinata dal vento

per la sottile ironia della sua poetica, che rimanda a molti temi della modernità, e per l’uso coraggioso, quasi provocatorio, degli scarti di ceramica e dei colori acrilici. 

 

La comunicazione dei vincitori è avvenuta nel corso di una breve cerimonia alla presenza dell’Assessore alla Cultura Marco Bellucci, che ha sottolineato l’importanza della promozione di iniziative a sostegno della produzione artistica dei giovani ceramisti ed ha ribadito come il Premio, intitolato alla memoria di Aldo Ajò, voglia essere anche un omaggio della città di Gubbio al grande maestro dell'arte ceramica eugubina del Novecento. Un particolare ringraziamento è stato poi indirizzato ad Ines Spogli Ajò per la sua generosità e per l’impegno profuso in iniziative volte a promuovere la conoscenza della figura di Aldo Ajò e della tradizione ceramica eugubina.

A fianco le immagini delle tre opere vincitrici.