Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

HANNA E LESZEK NOWOSIELSKI

Ceramica d'Arte Contemporanea Polacca

HANNA E LESZEK NOWOSIELSKI
2 - 30 settembre 2010

Il Museo Internazionale delle Ceramiche, nell'ambito delle iniziative di Argillà-Italia, espone negli spazi espositivi antistanti il Museo i  grandi pannelli in ceramica realizzati dall’artista polacco in collaborazione con la moglie Hanna Modrzewska, anch’essa ceramista, che negli anni dal 1964 al 1967 si distinsero con la loro partecipazione a varie edizioni del Concorso Internazionale della Ceramica d'Arte – Premio Faenza.

I pannelli ceramici dei Nowosielski si possono ammirare sia per il grande valore narrativo e anedottico della composizione sia per la ricchezza dei dettagli, dei colori e degli smalti. Le conoscenze da chimico hanno permesso a Leszek Nowosielski di compiere audaci esperimenti coronati dal successo.
Le opere si inseriscono nella corrente dell’arte ceramica associata all'architettura polacca negli anni ‘60 e ’70, soprattutto sotto la spinta di architetti che avevano promosso l’inserimento di mosaici murali nelle facciate dei palazzi durante la ricostruzione di Varsavia nel dopoguerra.

Leszek Nowosielski (Varsavia, 1918-1999) ha compiuto gli studi alla Facoltà di Chimica nel Politecnico di Varsavia. Durante l’occupazione, ha frequentato privatamente corsi di pittura sotto la guida del grafico Jan Rubczak. Negli anni 1945-1949 si è trasferito per lavoro a Gliwice dove ha diretto uno stabilimento chimico. Nel 1949 è stato ammesso nell'Associazione degli artisti plastici polacchi. Ha tenuto la sua prima mostra personale nel Centro esposizioni artistiche (BWA) di Gliwice. A partire dal 1956, pur continuando a dipingere, si è dedicato alla ceramica. Inizialmente si è dedicato alla decorazione pittorica di porcellane, quindi si è specializzato nella creazione di bassorilievi per fregi architettonici. Ha conseguito diversi premi e riconoscimenti in esposizioni in Polonia e all’estero. Suoi lavori si trovano in varie collezioni museali tra le quali: il Museo Nazionale di Varsavia, il Museo Nazionale di Wroclaw (Breslavia), il Museo Nazionale di Danzica, il Museo Archeologico di Varsavia, il Museo di Mazovia a Ptock. Altre opere sono in collezioni private in Polonia, in Europa, negli U.S.A. e in Sud Africa.

Hanna Modrzewska Nowosielska è nata a Kiev e ha intrapreso gli studi all’Accademia di Belle Arti di Varsavia laureandosi nel 1950. Dal 1950 al 1952 è stata assistente scenografa di Otto Axer al Teatro dell’Opera di Varsavia e successivamente ha lavorato al Teatro Contemporaneo della stessa città. Dal 1956 si è dedicata alla ceramica, dapprima come  decoratrice e poi collaborando attivamente con il marito Leszek.. Successivamente si è specializzata in piccole sculture in ceramica. Suoi lavori in ceramica e in porcellana dipinta a mano si trovano in molte collezioni polacche ed estere.