Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Uscita la nuova guida del MIC

Bilingue e interamente a colori, uno strumento agile e aggiornato di visita al museo

Domenica 17 gennaio

Il Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza dopo otto anni – l’ultima era stata pubblicata nel 2008 -  rinnova la guida alle sue collezioni.

Edita da EMIL edizioni, la guida è a cura della direttrice Claudia Casali e della conservatrice Valentina Mazzotti e sarà ufficialmente presentata il 17 gennaio, alle 10.30, al MIC, in occasione della Festa di Sant’Antonio Abate, Patrono della Ceramica.

Interamente a colori, la guida è stata progettata come uno strumento agile corredato da molte fotografie per permettere una veloce consultazione e con un linguaggio alla portata di tutti.

E’ stata aggiornata con le nuove sezioni e i nuovi riallestimenti, che dal 2011 son ben sei in più (Estremo Oriente, Percorso del Sacro, Pavimenti e Rivestimenti Ceramici, Scultura Internazionale del XX secolo, Sala Europa e Secondo dopoguerra) e con le nuove acquisizioni, per cercare di dare al visitatore un percorso più completo, in modo da essere un vero e proprio strumento di visita alle varie collezioni del museo.

Rispetto all'edizione precedente, sono stati pubblicati tre glossari in più: uno tecnico, uno formale e uno decorativo per permettere al pubblico dei non specialisti di avvicinarsi al linguaggio - tecnico e non sempre  facile - dei ceramologi.

Particolare non trascurabile è che, finalmente, il testo sarà bilingue, con una versione in italiano e una in inglese in modo da essere di ausilio ai sempre più numerosi visitatori internazionali del Museo.

“La nuova guida è stata pensata per un pubblico vasto e di non addetti ai lavori. – spiega Claudia Casali, direttrice del MIC - Essa è stata realizzata grazie al contributo del nostro Comitato Scientifico allargato, ovvero coinvolgendo i tanti studiosi che curano le nostre sezioni particolari. È un risultato importante dal punto di vista scientifico e divulgativo, di cui siamo molto orgogliosi. Finalmente il MIC ha un prodotto editoriale bilingue che lo rappresenta in toto, dando ampio spazio alle raccolte e alle opere più significative. Un vero biglietto da visita che non passa inosservato”.

La guida è stata realizzata grazie al fondamentale contributo di Caviro.

“Il saper fare e la costruzione della qualità passano anche dall’attenzione e dall’integrazione con il proprio territorio: facendo squadra si cresce insieme. – spiega Sergio Dagnino, direttore generale Caviro Sca - Per questo Caviro lavora fianco a fianco con istituzioni, associazioni e realtà territoriali nel comune intento di promuovere e valorizzare le eccellenze locali. In questo percorso di sviluppo concertato un ruolo importante spetta alla collaborazione con il MIC che da anni si rinnova con l’obiettivo di supportare le attività e i progetti del Museo, tra cui quello dell’edizione 2016 della Guida Ragionata”. 

“La nuova guida del MIC rappresenta uno strumento di conoscenza essenziale per un museo complesso, estremamente ricco,  diversificato nelle collezioni e sempre in trasformazione. – aggiunge Pier Antonio Rivola, presidente della Fondazione MIC - Un guida necessaria per comunicare un patrimonio unico al mondo. A tal proposito si rende ancor più preziosa la sponsorizzazione di Caviro che non si limita al supporto economico, ma che attraverso i propri contatti internazionali potrà essere un forte ausilio alla divulgazione del volume”.

 

Guida al Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza, a cura di Claudia Casali e Valentina Mazzotti, EMIL edizioni, 2016. Pagine 192, Costo euro 18


Con il contributo di

loghi/caviro2015.jpg