Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

58° PREMIO FAENZA

Il 15 aprile si riunisce la giuria per proclamare i vincitori

Lunedì 15 aprile 2013

Torna il Concorso Internazionale della Ceramica d’Arte Contemporanea – Premio Faenza alla sua 58esima edizione e curato dal MIC, Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza.

Proclamati i finalisti provenienti da tutto il mondo a ribadirne il carattere di internazionalità, con una provenienza consistente dall’Europa, ma anche da Cina, Giappone, Argentina, Stati Uniti, Turchia, Ucraina ed Estonia.  

Contrariamente alle ultime tre edizioni, quest’anno si è ripresa l’originaria struttura con le sezioni del concorso suddivise in “under 40” e “over 40”.

Il 15 aprile la Giuria composta da Claudia Casali, Direttore del Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza, Italia; Laura Borghi, editore; Marinella Paderni, docente universitario, critico d’arte contemporanea e curatore; Alessandra Laitempergher, curatore, responsabile mostre e servizi educativi, Museum Beelden aan Zee Amsterdam; Nico Stringa, docente di Storia dell'arte contemporanea, Università Ca' Foscari, Venezia, si riunirà per decretare i vincitori.

La mostra, che espone le opere dei finalisti, inaugurerà invece il 25 maggio, alle 18,  per poi rimanere aperta fino al 22 settembre.

Un po' di storia                               

Il Concorso Internazionale della Ceramica d'Arte Contemporanea, ha segnato la storia culturale di Faenza nel XX secolo, facendone un punto di riferimento ceramico mondiale soprattutto a partire dagli anni Sessanta.

Istituito nel 1932 con dimensione regionale per iniziativa del Museo di Faenza e il patrocinio dell'E.N.A.P.I. (Ente Nazionale Artigianato e Piccole Industrie) poi, nel 1938, prese carattere nazionale. Fu la prima manifestazione in questo settore che veniva inaugurata in Europa con una precisa caratterizzazione, una cadenza periodica e senza finalità commerciali.

La parentesi bellica interruppe nel 1942 lo svolgimento del Concorso che già nel 1946 riprendeva, proseguendo regolarmente fino ad oggi: con cadenza annuale fino al 1987, biennale dal 1989. Nel 1963 il Concorso si è ampliato a livello internazionale.

La Manifestazione è stata, fin dall'inizio, un importante momento nella valorizzazione, nel rinnovamento, nella promozione della ceramica sia sotto l'aspetto artistico, decorativo, che quello  funzionale e di arredo, permettendo un interessante confronto con l'arte contemporanea e, in particolare, negli ultimi 50 anni, con la scultura .

Mentre, fra la seconda metà dell'Ottocento e la prima metà del Novecento, ad eccezione di alcune personalità di grande rilievo come Arturo Martini (a cui il MIC di Faenza e Genus  Bononiae di Bologna dedicheranno una grande mostra dal 22 settembre 2012 al 30 marzo 2013), il termine di confronto della ceramica in Italia era soprattutto la pittura, nei decenni a noi più vicini e specie dal secondo dopoguerra è la scultura ad aver preso il sopravvento su ogni altra forma d'arte come termine di confronto di livello “alto”.

Al Concorso di Faenza hanno partecipato artisti italiani - ricordiamo fra i tanti: Angelo Biancini, Guido Gambone, Leoncillo Leonardi, Pietro Melandri, Carlo Zauli - e stranieri - Eduard Chapallaz, Sueharu Fukami - che hanno fatto non solo la storia della ceramica del XX secolo, ma anche quella della scultura e della pittura, con aspetti non marginali sul fronte della sperimentazione e della contaminazione fra vari materiali non esclusivamente ceramici. Quest'ultimo approccio può essere fonte di impensabili sviluppi verso nuove prospettive.

 

Ecco i nomi dei finalisti:

Sezione under 40

Dan Adlešič (Slovenia), Toshiro Aki (Giappone), Alida Andra Baban (Romania),

Silvia Celeste Calcagno (Italia),  Chiara Camoni (Italia), Ilias Christopoulos (Grecia)

Elisa Confortini (Italia), Cristina Simona D'Alberto (Italia), Sara Dario (Italia), Silke Decker (Germania), Lucia Di Pierro (Italia), Clémentine Dupré (Francia), Julia Ehlers (Germania), Laure Gonthier (Svizzera), Zhu Guodong (Cina), Ljubica Jocić-Knežević (Serbia), Gudrun Kainz (Austria),

Betul Karakaya (Turchia), Elvira Keller (Italia), Nikola Knezevic (Serbia), Akinga Kunihiro (Giappone)

Chiara Lecca (Italia), Kanjirou Moriyama (Giappone), Kazuma Nana &Kazuma (Germania), Alessandro Neretti (Italia), Takayuki Onimaru (Giappone), Mari Paikkari (Finlandia), Marta Palmieri (Italia), Monika Patuszyńska (Polonia), Zhao PingPing (Cina), Paolo Polloniato (Italia), Lana Rakanović (Serbia), Eugenia Vanni (Italia), Mattia Vernocchi (Italia), Ismet Yuksel (Turchia),  

Abdon Zani (Italia), Wei Zhang (Cina).

 

Sezione over 40

Erna Aaltonen (Finlandia), Lu Bin (Cina), Ursula Commandeur (Germania), Terry Davies (Italia), Mirco De Nicolò (Italia), Rita De Nigris (Germania), Annette Defoort (Belgio), Stephan Hasslinger (Germania), Titania Henderson (Australia), Ana Cecilia Hillar (Italia), Mariko Isozaki (Italia), Volodymyr Khyzhynskyy (Ucraina), Jane King (Regno Unito), Tomoko Konno (Giappone), Ihor Kovalevych (Ucraina), Luciano Laghi (Italia), Lattimer Tony (Regno Unito) , Dorothée Loriquet (Francia), Liv Brita Malnes (Norvegia) , McWilliam Martin (Germania) , Angela Mellor (Regno Unito), Mongrain Jeffrey (Stati Uniti), Nonnenmacher Heide (Germania), Graciela Olio (Argentina), Martha Pachon Rodriguez (Italia), Pekka Tapio Paikkari (Finlandia), Fiorenza Pancino (Italia), Stela Pervanova (Portogallo), Massimo Piani (Italia), Cristiano Piccinelli (Italia) , Paivi Rintaniemi (Finlandia), Sophie Ronse (Belgio) , Gabriella Sacchi (Italia), Fausto Salvi (Italia), Livio Scarpella (Italia) , Monika Jeannette Schoedel-Mueller (Germania), Tsang Cheung Shing (Hong Kong), Anne Türn (Estonia), Ann Van Hoey (Belgio) , Velimir Vukicevic (Serbia), Brigitte Wuester (Germania).

 

 

Inaugurazione: 25 maggio, ore 18

Durata: 26 maggio-22 settembre

Apertura: da martedì a domenica e festivi ore 10-19, chiuso il lunedì

Ingresso: intero 8 euro, ridotto 5 euro, pacchetto famiglia 12 euro.

Info: 0546 697311, 0546 697308, info@micfaenza.org, www.micfaenza.org