Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

APERITIVO CON DELITTO

Aperitivo con Delitto da brivido in compagnia di Cassandra Pavoni e Galeotto Manfredi alla scoperta di intrighi di corte e delitti misteriosi

Lunedì 08 dicembre, ore 18:00 - 20:00

Lunedì 8 dicembre, al Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza, alle 18, verrà organizzato un Aperitivo con Delitto, un vero e proprio gioco di ruolo, in cui sarà Cassandra Pavoni “in carne ed ossa” ad invitare i commensali ad un aperitivo - preparato con prodotti tipici e locali dal Torrino Wine Bar di Riolo Terme – per risolvere un caso di omicidio.

 

I partecipanti riceveranno una scheda personaggio e dovranno interpretare un ruolo per risolvere un mistero legato alla figura di Cassandra Pavoni.

Non è necessario essere esperti di giochi di ruolo per partecipare, ma basta aver voglia di divertirsi.

Il gioco è guidato da un master in costume d’epoca



Quota individuale: 15.00 €

prenotazione entro sabato 6 dicembre: 0546 697311, 335 1209933

L’iniziativa si svolgerà al raggiungimento degli 8 partecipanti.

 

Galeotto Manfredi, figlio di Astorre II Manfredi, fratello di Carlo II Manfredi, signore di Faenza, tornò nella città natale nel 1477, portando con sè, da Ferrara, la sua bellissima amante Cassandra.

Tra storia e leggenda si dice che Galeotto fece adornare il palazzo con penne di pavone e che commissionò e incentivò tra i maestri ceramisti il decoro “ad occhio di penna di pavone” di origine mediorientale in onore dell’amata, soprannominata appunto: “la Pavona”.

Purtroppo la storia d’amore non ebbe un lieto finale e si tinse di tinte fosche. Galeotto per motivi politici fu costretto a sposare la bolognese Francesca Bentivoglio. E Cassandra prese i voti al Convento di San Maglorio, attuale sede del Museo. Continuò però a frequentare clandestinamente Galeotto dal quale ebbe due figli. Francesca Bentivoglio, spinta dalla gelosia, assoldò tre sicari e  uccise il marito.

Ecco nelle sale del Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza, che ha sede nell’ex convento di San Maglorio, si dice si aggiri ancora il fantasma di Cassandra Pavoni e qui si svolgerà il gioco, tra ceramiche, indizi e atmosfere da giallo rinascimentale.