Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Le Belle, i commerci e la tradizione: il caso di Faenza

Conferenza a Bologna presso l'Officina Marilena Ferrari-FMR

Martedì 13 aprile 2010, ore 18:00

Nell'ambito del ciclo di conferenze "De diversis artibus. Artisti, artigiani, artefici. L'artigianato di eccellenza come patrimonio culturale e opportunità economica" che si tengono presso l'Officina Marilena Ferrari-FMR (Bologna, via S. Stefano 17/a), Jadranka Bentini, direttore del Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza, e Davide Servadei, titolare della nota Bottega d'Arte Ceramica Gatti, terrano un incontro dal titolo:

Le Belle, i commerci e la tradizione: il caso di Faenza.
Se la memoria è madre delle arti, il Museo, casa delle Muse protettrici delle discipline artistiche, riveste necessariamente un ruolo decisivo nell'educazione del gusto e nella trasmissione di stimoli e impulsi creativi. Molto più dei semplici depositi di forme e funzioni del passato, i Musei di arte applicata mettono oggi a confronto il loro patrimonio con nuovi orizzonti e nuove possibilità.

I RELATORI
Jadranka Bentini
Già Soprintendente ai Beni Artistici e Storici presso Uffici di Tutela della Regione Emilia-ROmagna, ha progettato e diretto importanti mostre in Italia e all'estero, oltre a essere autrice di saggi e cataloghi di carattere scientifico. Attulmente è direttrice del Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza.
Davide Servadei
E' titolare di una delle più prestigiose botteghe ceramiche di Faenza, fondata ai primi del Novecento da Riccardo Gatti, che fu laboratorio delle sperimentazioni dei Futuristi. La collaborazione con i grandi artisti del contemporaneo fa della bottega Gatti un'eccellenza della ricerca e della produzione faentina.

Per informazioni e prenotazioni: tel. 051.6488920 (la partecizione agli incontri è gratuita, è gradita la prenotazione)