Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

IL SESSANTOTTO

BOTTEGA BERTACCINI

13 - 27 febbraio

Il Sessantotto
Manifesti da una rivoluzione impossibile
(1967-1978)


La mostra è accompagnata dal libro di
Saturno Carnoli e Guido Pasi
"Il Sessantotto. Dire fare baciare progettare stampare incollare... correre"
(Edizioni Moderna)

Sabato 13 febbraio 2016 alle ore 18, presso la Bottega Bertaccini di Faenza, inaugurazione della mostra e presentazione del libro. Partecipano gli Autori.

 

Il Sessantotto è stato un movimento di protesta diffuso in tutto il mondo.
In un solo anno, il 1968, si susseguono alcuni eventi che hanno segnato la storia e la vita di una intera generazione: l’opposizione negli Stati Uniti alla guerra in Vietnam; il ‘maggio francese’; la primavera di Praga; l’esplodere dei movimenti studenteschi in Italia e Germania; l’assassinio a Memphis del leader nero della non-violenza Martin Luther King; la terribile strage di Piazza delle Tre culture a Città del Messico, poco prima delle Olimpiadi con il famoso gesto di protesta degli atleti afro-americani Tommy Smith e John Carlos sul podio a pugno chiuso.
La critica sociale, nella sua radicalità, investì ogni aspetto della vita pubblica dove agivano le nuove generazioni: scuola, lavoro, famiglia, cultura, religione.

Qualcuno li ha definiti “formidabili quegli anni”, qualcuno li ha sbrigativamente considerati come anticamera del terrorismo e degli anni di piombo.
Uno studioso come Marco Revelli ha proposto invece un parallelo storico tra questi movimenti e quelli delle rivoluzioni del 1848: “Ci sono state due rivoluzioni mondiali, una nel 1848 e una nel 1968. Entrambe hanno fallito, entrambe hanno trasformato il mondo”.

Saturno Carnoli e Guido Pasi, due ragazzi nel ’68, hanno raccontato nel libro la loro personale esperienza di quegli anni, raccogliendo e mettendo in mostra alcune decine di manifesti prodotti per la maggior parte a Ravenna e provincia.

BOTTEGA BERTACCINI
Corso Garibaldi 4 - Faenza
tel. 0546-681712
Orari: 9.30-12.30 / 15.30-19.30 - Chiuso domenica e lunedì mattina.