Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

CINQUE FAENTINE ALLA TRIENNALE DI MILANO

Muky, Federica Bubani, Antonella Cimatti, Andri Ioannou, Antonella Ravagli, invitate da Silvana Annichiarico, Direttrice e curatrice della mostra "Women in Italian Design"

2 aprile 2016 - 19 febbraio 2017

A distanza di vent'anni è tornata a Milano la Triennale internazionale, un evento dedicato alla riflessione sul Design after Design che, per la prima volta, sarà diffusa su tutto il territorio della città lombarda, con 19 sedi.

In concomitanza, il 1 aprile ha inaugurato la nona edizione del Triennale Design Museum, intitolata "Women in Italian Design", curata dalla direttrice del Museo Silvana Annicchiarico.

Presenti il Ministro Franceschini e il Governatore Maroni e duemila persone.

Le Faentine: Muky, Federica Bubani, Antonella Cimatti, Andri Ioannou, Antonella Ravagli sono presenti in mostra, selezionate direttamente dalla direzione artistica della Triennale Design Museum, ben rappresentano 3 generazioni nel campo dell’arte della ceramica.

Muky, Federica Bubani,  Antonella Cimatti, Andri Ioannou, Antonella Ravagli

In Mostra: un innovativo servizio di Muky dipinto e graffito in bianco e nero del 1952, gli intrecci leggeri di porcellana di Antonella Cimatti, le forme morbide e sinuose in porcellana di Andri Ioannou, una possente scala con innesti di pioli in ceramica di Antonella Ravagli, lampade e oggetti contenitori in ceramica e legno della giovanissima Federica Bubani.

La mostra vuole raccontare la storia della creatività femminile dagli inizi del Novecento ad oggi da un'altra prospettiva: “sotto il segno di Penelope” cioè dal punto di vista delle trame e degli intrecci tanto fisico quanto relazionale, ricostruendo figure, teorie, attitudini progettuali che sono state seminate nel Novecento e si sono affermate, trasformate ed evolute nel XXI secolo. Tutta la modernità novecentesca ha messo ai margini la progettualità femminile, pressoché ignorata da storici e teorici del design. Il XXI secolo è caratterizzato sempre di più da una forza rinnovata di tale progettualità. Le donne creano, progettano, sperimentano, rischiano, sfidano.

Grazie a un impeccabile allestimento, di Margherita Palli, si racconta questa storia in modo dinamico, fluido e liquido, usando la metafora di un fiume che attraversa tutto il Novecento.

Triennale Design Museum vuole quindi celebrare il femminile in quanto nuovo soggetto creativo di un design meno asseverativo, meno autoritario, più spontaneo, più dinamico.

 

Triennale Design Museum
Via Alemagna 9 - Milano