Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

DIECI ANNI DI ACQUISIZIONI

Selezione delle donazioni 1996-2006

DIECI ANNI DI ACQUISIZIONI
28 luglio - 1 ottobre 2006

Il Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza inaugura una mostra che raccoglie una selezione accurata dalle donazioni dell’ultimo decennio. L’Istituto della donazione ha contraddistinto dai primi momenti della fondazione, avvenuta nel 1908, la vitalità del museo, che ha costantemente accresciuto le sue collezioni attraverso l’incremento costante di manufatti avvenuto all’insegna della liberalità e della generosità dei donatori. Questa storia non sarebbe stata possibile senza il credito di cui il museo ha da sempre goduto grazie all’incessante lavoro di ricerca e di diffusione dell’arte ceramica.
Tale preziosissimo contributo, che ha arricchito sostanzialmente le collezioni del museo lungo tutto un secolo, si snoda tra donazioni effettuate da Enti e Istituti, e in parte dagli stessi artisti, a seguito principalmente della loro partecipazione alle varie edizioni del “Premio Faenza”. Il ventaglio dei ‘benefattori’ che hanno riposto fiducia nell’istituzione museale è dunque vario, con risorse eccezionali per qualità e consistenza, anche di interi nuclei collezionistici donati. Gli esempi delle donazioni Mereghi, Cora, Fanfani (tanto per citarne alcuni) non hanno facile riscontro in altre sedi museali.
Dopo l’ultima edizione a stampa del 1983, le esposizioni delle eredità Cora e Fanfani e la mostra “Selezione di doni 1996-98: da Fontana a Valentini ed oltre”, è parso opportuno, se non doveroso, rendere conto delle ultime acquisizioni, attraverso una selezione che premia il merito dei donatori, se non l’intensità numerica degli afflussi.

In mostra alcuni tra i maggiori esponenti dell’arte del Novecento, come Lucio Fontana, Leoncillo, Wladimiro Tulli, Enzo Mari, Antonio Recalcati, Francesco Clemente, Ugo La Pietra e Josef Hoffmann, che si posizionano fra le presenze più qualificate dell’arte moderna.

La scelta delle ceramiche esposte si concentra su un periodo preciso e raccoglie le donazioni più recenti in parte già inserite nel percorso museale permanente e in parte scientificamente ordinato nei depositi, accessibili agli studiosi, agli artisti-ceramisti e a tutti coloro che intessano rapporti con la ceramica.

La mostra è stata realizzata grazie al contributo di:
loghi/logo_romagnaacque.jpg