Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

CERAMICA - STORIA DI DONNE

Tradizione e attualità a Faenza - CHIUSURA PROROGATA AL 5 SETTEMBRE

CERAMICA - STORIA DI DONNE
21 maggio - 29 agosto 2010

Il Museo Internazionale delle Ceramiche ha progettato questa mostra incentrata sulla ceramica declinata al femminile, vale a dire ideata e prodotta da ceramiste che operano nell’ambito faentino. Da troppo tempo il circoscritto mondo femminile gravitante sulla produzione ceramica ha ruotato intorno alla sola figura della decoratrice, ponendo il sapere femminile entro un alveo ancillare nella catena produttiva, e comunque entro la sfera più strettamente estetica.


Senza pretese di esaustività, ma con l’occhio attento al passato prossimo, la mostra intende richiamare l’attenzione sull’impegno delle donne nei laboratori faentini anche di vecchia data onorando la memoria delle figure più significative e recuperando al contempo testimonianze di protagoniste ancora viventi. Anche la partecipazione al Concorso Internazionale della Ceramica Artistica, nelle sue edizioni a partire dal 1948 nell’occasione viene messa in rilievo con particolare riferimento alle vincitrici, professioniste del sapere tecnico-materiale tanto da meritare premi e menzioni d’onore.

Ma il terreno più battuto e qui esposto è quello della contemporaneità esibita attraverso campioni significativi del fare ceramica oggi. Proprio il fare ceramica nel senso di esercizio di un lavoro mirato alla produzione di opere e oggetti tipologicamente e materialmente specifici, anche affiliati ad una particolare tipologia di artigianato artistico, non pedissequamente imitativo, sta alla base di questo progetto espositivo che vuole coinvolgere ceramiste che hanno creato un legame profondo tra creatività e luoghi di lavoro. Si tratta di una mostra ad invito, in cui le artiste sono chiamate a realizzare per l’occasione opere specifiche. Ideazione, ricreazione, nuova progettualità sono le insegne entro cui le ceramiste si misurano senza alcuna competitività di segno negativo. L’esposizione vale dunque come proposta di un laboratorio aperto, sempre rinnovabile.

In mostra le opere di: Elisabetta Bovina, Lidia Carlini, Silvia Carnevale Miino, Miii, Antonella Cimatti, Giovanna Compagnoni, Cristina D’Alberto, Monika Grycko, Ana Cecilia Hillar, Andri Ioannou, Elvira Keller, Carla Lega, Mirta Morigi, Miho Okai, Martha Pachon Rodriguez, Antonella Ravagli, Marta Servadei, Laura Silvagni, Susanna Vassura, Ivana e Saura Vignoli.

 

Per informazioni:
Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza - Fondazione
Viale Baccarini 19 - 48018 Faenza (Ra)
tel. centralino 0546.697311 tel. bookshop 0546.697308