Albarello

Faenza, maiolica, metà sec. XVI

Approfondisci
scheda di catalogo

Lo straordinario albarello presenta una ricca decorazione “a quartieri”, racchiudenti foglie di acanto e girali fogliate arricchite da motivi “a grottesche”. Sul fronte è presente un medaglione con “Alessandro Magno a cavallo”. La scena “istoriata” è stata attribuita a Nicolò da Fano pittore maiolicaro di ambito marchigiano che operò intorno alla metà del Cinquecento presso la bottega di Virgiliotto Calamelli. Il cartiglio con l’indicazione farmaceutica “Zuc° Rosatu”, ossia zucchero rosato, attesta l’appartenenza dell’albarello ad un’antica spezieria.

Condividi, scegli tu dove