Francesco Xanto Avelli, Coppa con “Isacco benedice Giacobbe”

Urbino (o Gubbio), bottega di Maestro Giorgio Andreoli, 1529, maiolica a lustro

Approfondisci
scheda di catalogo

La raffigurazione di Isacco che benedice Giacobbe ripropone abbastanza fedelmente la versione a stampa firmata da Agostino Veneziano e datata 1522, desunta dall’analogo episodio affrescato nella quinta volta delle Logge Vaticane. L’importanza della coppa consiste nella presenza della data “1529” e della sigla della bottega di Maestro Giorgio “da Ugubio” che finì a lustro la maiolica. Stilisticamente l’opera si caratterizza per il segno carico, il cromatismo ricco e la piena volumetria dei corpi; tali aspetti rimandano a Francesco Xanto Avelli e precisamente alla fase iniziale della sua attività che si protrasse con date certe fino al 1542.

Condividi, scegli tu dove