Giuseppe Spagnulo, Turris, 1982

Approfondisci
scheda di catalogo

La torre in terracotta è costruita con un gigantesco tornio. Simboleggia la passione dell’artista per la terracotta, materia primaria che lo riconduce alla sua formazione faentina, presso l’Istituto d’Arte, negli anni Cinquanta. L’artista è partecipe del fervido clima creativo dalla scuola, crocevia di artisti ed esperienze, in cui vengono sviluppate ricerche sui materiali ad “alta temperatura”. Turris è una scultura dall’aspetto arcaico, memoria di culture antiche e rimanda ad un pensiero di Spagnulo sul suo lavoro “la scultura non è un lavoro, è una maledizione, è assurda pesa si rompe trasportarla in giro è così faticoso solo uomini disumani, sadici masochisti titani possono farla”.

Condividi, scegli tu dove