Henri Matisse, Piatto

1948, terraglia con smalti

Approfondisci
scheda di catalogo

Pioniere del modernismo e guida del fauvismo Matisse riconosceva la potenza insita nel colore. L’artista rende omaggio al Museo donando quest’opera (come riporta la firma nel retro: “en hommage au musée de Faenza H. Matisse”). L’opera è realizzata nel 1948 a Vallauris alla manifattura Ramié, la stessa bottega dove anche Picasso in quegli anni sperimentava l’uso della ceramica. Il piatto riassume gli elementi della formula unica e preziosa dell’arte di Matisse: la forza creativa del colore unita ad un segno immediato e sciolto, derivato dall’influenza del primitivismo, fatto di stilizzazione, minimalismo e intensità espressiva.

Condividi, scegli tu dove