Pablo Picasso, Le quattro stagioni

1950, terracotta ingobbiata, dipinta e invetriata

Approfondisci
scheda di catalogo

A Vallauris Pablo Picasso ebbe la fortuna di conoscere la manifattura dei coniugi Ramié che furono in grado di assecondare la sua curiosità e il suo estro creativo. Dall’estate del 1947 Picasso investigò le possibilità della ceramica, integrando ed alternando forma e decorazione, utilizzando la qualità scultorea della terra unita al dato pittorico per creare effetti quasi illusionistici come nel grande vaso Le quattro stagioni dono dell’artista al Museo. In questa opera le forme sinuose delle figure femminili vengono enfatizzate dalla sagoma del vaso. Si rintraccia nella ceramica di Picasso il fascino dell’arte greca, classica, ma anche precolombiana, il percorso del graffitismo primitivo rupestre, in una sorta di ossequio e riverenza alle grandi civiltà che si sono misurate con la ceramica.

Condividi, scegli tu dove