Piatto Iulia Bella

Faenza, fine sec. XV-inizio sec. XVI maiolica

Approfondisci
scheda di catalogo

Con l’avvio del Rinascimento la maiolica faentina abbandona definitivamente i motivi decorativi gotici e orientaleggianti per dar risalto alla figura umana e in particolare alle “belle” donne. Le dame effigiate su maiolica erano novelle spose, ritratte su commissione dell’amato per celebrare l’unione matrimoniale e le loro virtù morali. In tale filone amatorio, il piatto raffigura un busto di donna di profilo con la tipica acconciatura dell’epoca con i capelli raccolti in un concio sulla fronte; la donna indossa una ricca veste damascata con un’ampia scollatura. Lo sfondo riporta il cartiglio orizzontale con la scritta dedicatoria “IVLIA BELA” (Bella Giulia).

Condividi, scegli tu dove