Servizio da caffè, Fabbrica Benucci e Latti

Pesaro, metà sec. XIX, terraglia decorata a decalcomania

Approfondisci
scheda di catalogo

Nel Settecento si assistette all’introduzione di un nuovo materiale importato dall’Inghilterra: la terraglia. La moda per il nuovo prodotto, che cercava di imitare il candore della porcellana, si affermò immediatamente in tutta Europa sia per la duttilità dell’impasto, che consentiva di creare varie forme a costi inferiori rispetto alla porcellana, sia per il colore avorio in perfetta sintonia con i canoni di purezza ed eleganza del gusto neoclassico. La possibilità di decorare direttamente la superficie ceramica senza bisogno della smaltatura, come richiedeva invece la maiolica, permise alla fabbrica pesarese Benucci e Latti di specializzarsi a livello quasi industriale nella produzione di terraglie decorate con la veloce tecnica a decalcomania.

Condividi, scegli tu dove