Vaso, Fabbrica Finck

Bologna, ultimo quarto sec. XVIII, maiolica

Approfondisci
scheda di catalogo

Intorno alla metà del Settecento molte manifatture dell’Italia settentrionale, ispirandosi alle raffinate porcellane, cercarono di ampliare la gamma dei colori per applicare i preziosi toni dell’oro e del rosso porpora sulla maiolica. Si diede così avvio alla nuova tecnica detta “a piccolo fuoco” o “terzo fuoco”, con l’oggetto sottoposto ad un’ultima rifinitura e a una terza cottura, più moderata delle precedenti. La fabbrica Finck fu tra le protagoniste di questa splendida stagione. I diversi motivi decorativi della fabbrica bolognese sono tutti accomunati da un risultato artistico di grande effetto, come nel vaso ornamentale a potiche che spicca per l’alta qualità naturalistica del disegno e per il ricercato realismo cromatico.

Condividi, scegli tu dove