HomeScuole e progetti per i più fragiliStoria del Laboratorio “Giocare con la Ceramica”

Storia del Laboratorio “Giocare con la Ceramica”

Approfondimenti

Ora il metodo "Giocare con l'arte" è portato avanti dall'Associazione Bruno Munari.  ↓

La fase progettuale, avviata nel 1978, coinvolse anche alcuni insegnanti e studenti dell'Istituto Statale d'Arte per la Ceramica "Ballardini" di Faenza: questo articolato team seguì le attività di sperimentazione attiva con le scolaresche, dall'inaugurazione nel novembre 1979, fino a giugno del 1980.

Nel laboratorio faentino si matura un metodo didattico rivolto ai bambini, dai 6 ai 10 anni, che prevede la manipolazione della ceramica in maniera ludica per sviluppare esperienze formative e la libera creatività.

Nel biennio 1980-82 Cinzia Lega ed Elisabetta Lanzoni, avendo già partecipato come studentesse l'anno precedente, animarono il laboratorio operando con le scuole e avviando una serie di attività poi consolidatesi, come i corsi di aggiornamento per insegnanti, consulenze e progetti per nuovi laboratori, partecipazione a mostre e convegni, produzione di materiali didattici.

Nel quindicennio 1982-1997 coordina il laboratorio Ivana Anconelli, che introduce in modo sistematico e molto caratterizzato, aspetti pedagogici e didattici specifici, superando gli elementi più sperimentali dei primi anni. Cominciano a pubblicarsi i "quaderni" del laboratorio didattico, che documentano le principali attività svolte dal Museo in ambito educativo, e sono utilizzati dagli insegnanti come strumenti di lavoro.
Durante questi anni, a cura di Bojani, si avvia un'attività poi rivelatasi per molti aspetti vitale e fondamentale per il laboratorio: il coinvolgimento di artisti e maestri ceramisti che presentano ai bambini il proprio lavoro artistico e a partire da questo propongono loro giochi ed esperimenti coerenti con la metodologia del laboratorio, arricchendola di stimoli creativi e portando nuove tecniche e applicazioni.

Dal 1997 il laboratorio è condotto da Dario Valli e Maria Grazia Gordini (con il coordinamento di Marielle Muheim tra il 2001 e il 2006) proseguendo la sperimentazione sui materiali ceramici; sperimentazione che nella realtà quotidiana è affidata ai bambini e agli artisti che praticano il laboratorio. Dall’anno scolastico 2010/2011, fino al 2014, subentra a M.G.Gordini la ceramista Lorena Cabal Lopez.

Da settembre 2014 a luglio 2017 il laboratorio collabora con la Cooperativa Atlantide per la gestione delle attività didattiche

Dal 2015 il laboratorio, per esaltare l'unicità e specificità dei propri percorsi didattici, prende il nome di "Giocare con la Ceramica".

Da settembre 2017 a marzo 2019 il coordinamento didattico è stato affidato alla collaborazione di Lisa Rodi, per la gestione della didattica e il potenziamento delle attività laboratoriali di "Giocare con la Ceramica".

La newsletter del MIC

Iscriviti per rimanere aggiornat* sulle nuove mostre, eventi e ricevere contenuti in esclusiva.